Solo Enduro - la casa degli Enduristi italiani

sei in:  notizie  |  ITALIANO MAJOR A BUSSI SUL TIRINO

ITALIANO MAJOR A BUSSI SUL TIRINO

ANCORA ALTISSIMO IL NUMERO DEGLI ISCRITTI

pubblicato


ANCORA ALTISSIMO IL NUMERO DEGLI ISCRITTI
TERZO START ANCHE PER IL CHALLENGE KTM

Start Time – Il terzo appuntamento del Campionato Italiano Enduro Major fa tappa in provincia di Pescara, a Bussi sul Tirino (B’Busce in abruzzese), paese di 2286 abitanti, arroccato sui Monti della Lega nel comprensorio del Parco del Gran Sasso, dove nasce il sistema acquifero di Campo Imperatore, di cui fanno parte le splendide e cristalline acque del Fiume Tirino.

Il Motoclub Lo Sherpa ha realizzato un percorso di ca. 135 km complessivi, suddivisi in tre giri di 45km al cui interno sono state disegnate due PS, ciascuna da ripetersi tre volte: l’Enduro Test By 24 MX di 6km e il Cross Test By Just1 di 4,5km.

Circa le situazioni di Campionato dopo due prove, nella Top Class Diego Nicoletti (Husqvarna) si conferma leader con 40 punti sul toscano Alessio Paoli (Husqvarna) che ne conta 32, mentre la terza posizione con 30 punti è attualmente panaggio di Mirko Gritti (Honda).

Nella Master 250 2t Alessio Polidori (Husqvarna) guida a punteggio pieno (40 punti) davanti a Riccardo Chiappa (Husqvarna) e Jerry Giussani (KTM), rispettivamente con 30 e 26 punti.

Ancora il massimo dei punti nella classifica Master 300 dove a primeggiare è Matteo Zecchin (Sherco) con 40 lunghezze, seguito da Riccardo Cavalli (Beta) con 32 e Simone Matteoni (KTM) con 30 punti.

Nella Master 250 4t Fabio Milani (GasGas) è in testa alla provvisoria con 37 punti, seguito da Stefano Valsecchi (Husqvarna) con 30, chiude il Podio provvisorio Tommaso Caravita (Sherco) con 30 punti.

Si sale di cilindrata con la Master 450, in cui Mattia Traversi (KTM) conduce con 40 punti, seguito da Damiano Lullo (KTM) con 34 e Tommaso Lilli (Husqvarna) con 30.

Passando alle classi Expert, nella 250 2t è stato Alberto Teofili (KTM) a raggiungere la vetta appaiato daPaolo Dalla Zuanna (KTM), entrambi a quota 37 punti, seguito da Matteo Pedersoli (Beta) con 30.

Nella classe Expert 300 Christian Natta (Beta) con i suoi 40 punti ribadisce la leadership della provvisoria, seguito da Francesco Sibelli (KTM) con 34 e Carmelo Mazzoleni (KTM) con 30. 

Nella Expert 450 si conferma leader di campionato con 40 punti Luca Politanò (KTM), conferma anche per il secondo posto rimasto nelle mani di Carlo Tagliani (KTM) con 34 punti, seguito da Mirko Colombo (Husqvarna) con 24.

Circa le classi Veteran, nella 2t Simone Girolami (KTM) è riuscito a conquistare la vetta con la piccola 125 salendo a quota 37 punti, al secondo posto troviamo un altro pilota dell’ottavo di litro, Luca Loss (KTM) con 32 punti, mentre ottimamente terzo si è posizionato Davide Marangoni (KTM) con 29 punti.

Nella Veteran 4t il primo in classifica è Cristian Monaldi (TM) con 37 punti, di misura davanti a Massimo Ravetta (KTM) con 35 punti, seguito da Giordano Rossi (KTM) con 25 punti.

Una Superveteran 2t che ha invertito i nomi nella classifica delle massime posizioni di vertice nelle due gare, per questo Andrea Prataiola (Beta) e Danilo Plando (KTM) sono entrambi a quota 37 punti, con Luca Gandolfo (KTM) terzo con 30 lunghezze. 

Anche per la Superveteran 4t il primo gradino del podio è davvero stretto, con Ubaldo Mastropietro (KTM) e Ivo Zanatta (GasGas) che lo occupano con 35 punti ciascuno, entrambi seguiti da Paolo Bertorello (Beta) con 28 punti.

Nella Ultraveteran 2 tempi conduce Renato Pegurri (Husqvarna) con 35 punti, seguito a quota 32 punti da Sergio Bazzurri (Husqvarna) e da Carlo Valenti (KTM) con 28. 

Nella Ultraveteran 4 tempi con 40 punti conduce Tullio Pellegrinelli (Honda) che contiene con fatica in termini di prestazioni il veloce Fabrizio Hriaz (Gasgas) secondo a quota 34, al terzo posto Fabiano Gusmini (KTM) 30 punti; 

Nel prestigioso Challenge KTM, la provvisoria vede al comando Francesco Sibelli con 35 punti, seguito da Carmelo Mazzoleni con 30, chiude il podio provvisorio Simone Matteoni con 29; la Top Five è completata dal quarto posto di Paolo dalla Zuanna con 26 punti, attaccato ad una sola lunghezza di distanza da Alberto Teofili.

Tra i Motoclub la prima posizione è nelle mani del Ragni Fabriano con 112 punti, mentre al secondo posto figura il Caerevetus con 109, seguito in terza posizione il Bergamo con 105; il Trial David Fornaroli è scivolato in quarta piazza con 103 punti, in quinta posizione troviamo il Civezzano con 101 punti.