Solo Enduro - la casa degli Enduristi italiani

sei in:  notizie  |  DUE VITTORIE PER IL TEAM GASGAS SISSI RACING

DUE VITTORIE PER IL TEAM GASGAS SISSI RACING

INIZIA CON DUE VITTORIE IL CAMPIONATO ITALIANO

pubblicato


DUE VITTORIE PER IL TEAM GASGAS SISSI RACING

INIZIA CON DUE VITTORIE IL CAMPIONATO ITALIANO

 

Con grande ritardo rispetto alle consuetudini si è disputata la prima prova del Campionato Italiano Under 23 – Senior di Enduro. Ad ospitare la gara di apertura è stata la citta sicula di Caltanissetta, per la prima volta chiamata ad ospitare una competizione di enduro di questa portata.

Il maltempo che ha incredibilmente interessato l’isola nelle giornate precedenti la gara, ha messo in difficoltà la macchina organizzativa, costretta alla fine ridurre il percorso di gara alle sole prove speciali che, almeno quelle, si sono disputate regolarmente ed hanno sentenziato i vincitori di giornata e nuovi leader di campionato. Certo affrontare una trasferta così complessa ed onerosa e trovarsi a disputare una gara che per qualche acquazzone viene mutilata completamente del percorso di gara fa meditare sul criterio con il quale gli organi federali attribuiscono l’incarico organizzativo ai vari club.

Anche a livello logistico, fra l’altro, il Paddock è sembrato veramente sguarnito di ogni servizio essenziale, creando non poco disagio a piloti e assistenti. Ma veniamo alla gara, che è poi quello che interessa di più. Sulle due prove cronometrate, il cross test su prato fettucciato e la prova di Enduro su un viscido sentiero collinare, i piloti in gara (meno di duecento, anche qui record negativo per questo campionato, ma i costi di trasferta erano veramente alti…) hanno dato il massimo per ottenere il miglior risultato possibile. Per il Team GASGAS SISSI RACING erano presenti ben 14 piloti.

I risultati non sono mancati, anche se oggettivamente si poteva fare di meglio. Infatti ci sono state ben due vittorie, con Mirko Spandre nella classe 450 Senior e col sorprendente Alberto Capoferri  al rientro dopo più di un anno di assenza a causa di un infortunio, nella 300 Senior. Per Spandre e la sua GASGAS 350 non ci sono stati particolari problemi ad imporsi sul Siciliano Mancuso su KTM, mentre Alberto Capoferri ha portato la sua GASGAS 300 alla sofferta vittoria dopo aver battagliato fino all’ultima prova speciale con il suo rivale Musso su Sherco. Ma i successi potevano certamente essere di più, ed è per questo che la soddisfazione all’interno del Team cremasco non è piena. Andrea Gheza, all’esordio con la sua GAS GAS 300 nella categoria Junior , ha perso la vittoria a causa di una caduta nell’ultimo Cross Test , dovendosi accontentare di un secondo posto che grida vendetta. Ma per lui ci sarà presto occasione per rifarsi…Un secondo posto anche per il giovanissimo Manuel Verzeroli, ma anche per lui, che è stato in testa alla gara con la sua GASGAS 125 fino all’ultima prova speciale, venire sopravanzato per soli 5 secondi da un bravissimo Elgari proprio sul filo di lana, lascia un po’ di amaro in bocca.

E poi c’è stata la gara al di sotto delle attese di Chicco Aresi, che è comunque salito sul terzo gradino del podio nella classe 250 4 tempi Senior, ed ha perso parecchio tempo per una caduta, ma non è mai riuscito anche nelle altre prove cronometrate a far meglio dei suoi avversari. E, per uno abituato a vincere le gare a suon di assoluti, questo risultato non può che essere mal digerito. Anche per lui ci si attende una pronta rivincita!!! In difficoltà anche il giovane Riccardo Fabris, giunto quarto nella classe 250 4 tempi under 23.

Anche per lui una gara tutta in salita, segnata da una rovinosa caduta che gli ha fatto perdere più di un minuto nel primo cross test. E recuperare fino al quarto posto è già stata un’impresa, che gli lascia ampie possibilità di giocarsi il titolo nelle restanti quattro tappe del campionato, anche se il suo rivale Minot sembra veramente molto forte, tanto da essere risultato il vincitore assoluto della gara!! Anche gli altri piloti del team SISSI RACING hanno ottenuto risultati più che soddisfacenti, riuscendo quasi tutti a piazzarsi nelle prime dieci posizioni di categoria.

Sarà la prossima prova di campionato a Mallare, in provincia di Savona, a darci un quadro più preciso delle forze in campo.