Solo Enduro - la casa degli Enduristi italiani

sei in:  notizie  |  LE 3 E 4 RUOTE ARTIGLIATE

LE 3 E 4 RUOTE ARTIGLIATE

sbarcano a Bellinzago Novarese

pubblicato


BELLINZAGO NOVARESE TEATRO PER
LE 3 E 4 RUOTE ARTIGLIATE.

Il moto club Bellinzago Novarese ha aperto il sipario al campionato italiano Quadcross e Sidecarcross. Le operazioni preliminari, prove libere e di qualifica, come di consuetudine, sono andate in scena nella giornata di sabato registrando un elevato numero di iscritti e dando conferma di quanto la disciplina sia in stato di salute; durante la giornata di domenica ha debuttato la sfida tra i big delle due discipline sulle 3 e 4 ruote artigliate.

A brillare tra i quad ci ha pensato Andrea Cesari Junior laureandosi campione di giornata per la categoria regina  QX1(18 minuti più 2 giri a manche) davanti a Patrick Turrini e Paolo Galizzi. La cronaca sportiva dedicata alla 1^ prova QX1 ha dato ragione a Patrick, moto club Enduro Sanremo, a sua volta seguito da il gigante romano Simone Mastronardi  e Andrea Cesari Junior. Paolo Galizzi è invece scivolato in 4^ posizione davanti a Nicolò Roagna, Majcol Porracin Mirò Cappuccio, Mattia Ioli , Jakub Kostelecky e Alercia Vincenzo. La 2^ manche, della medesima categoria, ha visto i piloti schierarsi alle 14.50 dove ad avere la meglio è stato Andrea Cesari J., team  quad Tity e Amarenas, incassando di conseguenza 25 punti e imponendosi su Simone Mastronardi, secondo miglior interprete e Paolo Galizzi. In questa occasione il talento azzurro Patrick Turrini è scivolato in 4^ posizione davanti al resto della compagine della categoria regina.

In chiusura di giornata è stata la volta della categoria Supercampione con Patrick Turrini a rivestire il ruolo di mattatore, davanti a un velocissimo Paolo Galizzi e Andrea Cesari Junior mentre Simone Mastronardi è stato costretto a lasciare la corsa dopo il 2° giro perdendo punti preziosi. L'Assoluta di giornata ha visto quindi il podio formarsi da Andrea Cesari J. con 54 punti, Patrick Turrini con 53 punti mentre il bronzo è andato a Paolo Galizzi.

La categoria Sport ha visto schierati 10 piloti, con Christian Versaci a fare la differenza in entrambe le manche e risultando anche il miglior interprete della medesima categoria nella Supercampione. Il 2° gradino del podio della categoria Sport è stato proprietà di Lorenzo Bortolozzo, altro giovane arrembante sul quale puntare gli occhi, mentre Riccardo Vavassori ha scalato il 3° gradino del podio. La categoria si completava con Leonardo Cazzulo, Simone Scroglieri, Juri Croppi, Elena Alercia, Michele Marco Monti, Daniele Carlini e Andrea Kavalova.

La categoria Veteran è stata accorpata alla Jf250 e alla categoria Trofeo con 15 partenti totali a dare spettacolo. Per quanto riguarda la categoria Veteran il pilota più veloce è stato Davide Gigli che ha imposto il suo ritmo in entrambe le gare staccando i migliori tempi per scalare il gradino più alto del podio in serata a sua volta seguito da Leonardo Arzani e Fabrizio Godino. Sfiora il podio la colonna portante della disciplina Rodolfo Salustri che rimane comunque davanti ad Alessandro Fontanazzi, al sempreverde Roberto Casalini, Alessandro Savone, Jaroslav Faktor e Paolo Alercia. Andrea Zucca rimane un pilota in continua crescita, in grado di imporsi tra tanti piloti nonostante la sua giovanissima età. Nella giornata di domenica Andrea ha agguantato l'oro davanti all'amico e competitor Marco Salustri. In rosa ha dato spettacolo Elena Alercia mentre la categoria Trofeo ha premiato in ordine di tempi: Riccardo Carrozza, Umberto Caronna, Lorenzo Alfaroli e Giovanni Ferretti.

Per quanto concerne il panorama sidecar a Bellinzago si sono schierati ben 14 equipaggi, numeri questi che hanno inorgoglito piloti, organizzatori e che hanno visto dietro il cancelletto non solo piloti italiani ma anche stranieri.

L'equipaggio composto da Kolencik-Heihal ha dominato la situazione  in entrambe le manches, della durata di 15 minuti più due giri, mentre i Fratelli Lasagna hanno mantenuto la 2^ posizione garantendosi l'argento di giornata e dando prestigio ai colori azzurri. Il podio si completava con un altro equipaggio straniero composto da Reiman- Leutwiller.  L'equipaggio Fiorini Fiorini è rimasto giù dal podio per un soffio davanti a Fiorini-Fiorini, Petak Hotovy, Baldini-Tibaldi, Regoli-Mencaroni, Pozzi-Ravera, Long-Pedrini, Vottero Boetto, Basili Basili, Lasagna Fanelli, Vottero Giacoletti, Bernardi-Pasqui.

Ufficio Stampa: Attila Pasi.