Solo Enduro - la casa degli Enduristi italiani

sei in:  notizie  |  TEAM CELLO555

TEAM CELLO555

Marcello Disetti, terzo al campionato italiano motocross, cat 125 senior

pubblicato


Marcello Disetti, terzo al campionato italiano motocross, cat 125 senior Si dice che non sa fare qualcosa lo insegni, dopotutto la teoria è alla portata di tutti è la pratica ad essere ad appannaggio di pochi; quando però la conoscenza teorica e un ottimo livello di messa in pratica di tali nozioni si uniscono all’interno di una sola persona si può dire di aver fatto centro. Marcello Disetti ha, dunque fatto centro! Nel corso di questa stagione abbiamo parlato più voltedella sua figura, mostrandovela come un ottimo insegnate in grado di passare le proprie competenze ed il suo grande amore per l'off road ai giovani enduristi del suo team, Team Cello 555. In questa occasione, invece, ci concentreremo sulla sua stagione agonistica 2021, spoiler, ha ottenuto un terzo posto nel campionato italiano motocross all’interno della categoria Senior 125.

Per quanto se ne dica, il livello all’interno della disciplina del motocross è veramente elevato e riuscire a conquistare un posto sul podio è veramente difficile, richiede una dedizione incredibile ed una concentrazione elevata. Tecnica, velocità ed un po’ di malizia sono alla base di questa disciplina, che a differenza dell’enduro vede un confronto diretto con i propri rivali. Mantenere il sangue freddo e la testa, specialmente quando tutto va al contrario delle proprie aspettative, non è cosa da poco, specialmente se durante la tua manche dieci piccoli enduristi stanno correndo dall’altra parte della nazione. In quanto responsabile del Team Cello 555, Marcello ha dovuto dividersi tra le sue gare e le gare dei suoi giovani piloti. Visto che la fortuna è cieca ma la sfiga ci vede benissimo, due delle sue gare erano in concomitanza con le ultime prove del campionato italiano minienduro.

Questo inghippo ha complicato leggermente gli eventi. Marcello è uno di quelle persone che se dà la sua parola la mantiene anche a costo di sacrificare sé stesso. Proprio perché aveva promesso ai suoi ragazzi che ci sarebbe stato, il venerdì ha guidato i propri ragazzi nella visione delle speciali ed il sabato mattina, dopo averli visti partire si è fiondato a disputare le prove libere e qualifiche del proprio campionato; Inoltre, durante le pause tra una manche e l’altra chiamava continuamente i suoi ragazzi per chiarire eventuali dubbi che potevano insorgere durante la competizione. Tutto questo mostra la dedizione che ha Marcello nel seguire i suoi ragazzi, dedizione che però ha tolto concentrazione dalla sua gara ed ha aggiunto ulteriori pensieri che hanno reso più difficile portare a termine al meglio delle proprie possibilità la gara. Anche i molteplici impegni lavorativi hanno reso più complicata la preparazione fisica del nostro campione. Nonostante tutto questo, quando l’impegno e la voglia di farcela sono forti i risultati arrivano comunque.

Una stagione in salita, non partita nel verso giusto, con la paura di non riuscire a dimostrare il proprio valore che a dispetto dei pronostici di inizio anno si conclude con un più che meritato terzo posto.

“La stagione è andata abbastanza bene anche se, sinceramente avrei voluto vincere però bene va bene così perché già essere riusciti a partecipare a tutto l'italiano è stato un’impresa, con le gare dei bambini in concomitanza, le gare nel cross (nel campionato UISP) e lavoro dell’officina, dato che devo gestirmi da solo il tutto, è stato difficile essere presente alle gare. A volte in forma a volte meni, però penso mi sono sempre gestito e cosa più importante mi sono sempre divertito che è la cosa che mi interessa.

Durante la stagione ho avuto delle dei risultati abbastanza costanti. Quando ero più allenato avevo il passo per arrivare davanti, mentre quando l’allenamento non era ottimale dovevo gestire un po' le gare. Durante il campionato ho dunque alternato gare in cui andavo al risparmio, cercando di difendere la posizione ed altre dove avevo le energie e la preparazione per poter spingere per tutta la manche.

Tutto sommato è stata una stagione positiva” Queste sono le parole di Marcello in merito alla stagione che si è appena conclusa. Sacrificio e voglia di fare portano a questi risultati. La voglia di vincere tutte le gare e di essere sempre i migliori risiede dentro ad ogni pilota. Con il tempo e l’esperienza si apprende che, delle volte, amministrare la gare e giocare in difesa può essere una scelta migliore al fine di portare a casa il campionato. Questa consapevolezza ha fatto si che Marcello, oggi, sia medaglia di bronzo per la categoria Senior 125 all’interno del campionato italiano motocross.

Martina Riboni - Soloenduro.it
Ufficio stampa Team Cello555