Solo Enduro - la casa degli Enduristi italiani

sei in:  notizie  |  CAMPIONATO ITALIANO DI REGOLARITÁ GRUPPO 5

CAMPIONATO ITALIANO DI REGOLARITÁ GRUPPO 5

la quinta gara a Massa Marittima

pubblicato


CAMPIONATO ITALIANO DI REGOLARITÁ GRUPPO 5
la quinta gara a Massa Marittima
COMUNICATO STAMPA

Massa Marittima, 13 settembre 2021

Una gara da incorniciare quella che si è svolta ieri, domenica 12 settembre, a Massa Marittima. La Toscana non ha deluso le aspettative dei piloti del Gruppo 5 di Regolaritá, che in 254 si sono ritrovati in provincia di Grosseto per animare la penultima prova del Campionato italiano FMI. Sotto l’impeccabile regia del Moto Club Massa Veternensis, il fine settimana si è svolto in maniera esemplare, sia sotto il profilo dell’accoglienza, sia da un punto di vista agonistico. In altre parole, il gruppo di ragazzi e ragazze sapientemente coordinato dal Presidente Simone Cini e dalla segretaria Carlotta Lotti ha incassato il pieno consenso dei piloti partecipanti, prodighi di complimenti sul percorso proposto e sulle prove speciali disegnate sin dal loro arrivo all’ultimo Controllo Orario (CO). Promossi a pieni voti, dunque, gli amici del Moto Club Massa Veternensis, che dopo aver fatto bene nell’organizzazione di gare di Motorally, si sono ripetuti in questa loro prima esperienza con il Gruppo 5 di Regolaritá.

Al termine del sopralluogo di sabato 11 effettuato dal direttore di gara Massimo Pazzagli e dal track inspector Stefano Passeri, è stata presa la decisione di far partire due anziché tre piloti (come previsto da Regolamento Particolare) al minuto per ovviare al problema polvere in prova speciale. La competizione è così entrata nel vivo a partire dalle ore 8:30 di domenica 12, quando Luca Santucci su Gilera 50 e Pietro Caccia su Rond Sachs 50 hanno aperto le sfide agonistiche.

Prima dello start, il responsabile nazionale FMI Regolarità, Francesco Mazzoleni ha ricordato la figura di Paolo Sesti, il Presidente della Federazione Motociclistica Italiana dal 1996 al 2016 scomparso domenica 5 settembre e ha colto l’occasione per fare pubblicamente le condoglianze a Pierino Gambirasio, concessionario di Ponteranica, grande appassionato di Regolaritá, che ha perduto la propria figlia Laura lunedì 6 settembre.

Dopo aver ripetuto tre volte il giro di circa 40 chilometri, con un Cross Test scorrevole e divertente e un Enduro Test veloce e sicuro al tempo stesso, le classifiche di fine giornata hanno decretato il successo di classe dei seguenti piloti: Roberto Cancelli (Moto Club Pantera - Ancillotti 50) nella A1, Alessandro Degano (La Marca Trevigiana - KTM 100) nella A2, Fabio Parrini (Pantera - Ancillotti 125) nella A3, Michele Lorenzetti (Pantera - KTM 175) nella A4, Gianluca Corsini (Scuderia Grumello Benini Vintage - KTM 245) nella A5, Alfredo Gamba (Careter Imerio Testori - Moto Morini 125) nella B2, Marco Candiotto (La Marca Trevigiana - Honda 250) nelle B3, Angelo Ceribelli (Gilera Club Arcore - Fantic Motor 50) nella C1, Luciano Lanci (Mp Racing - Fantic Motor 50) nella C2, Massimo Parrini (Pantera - Ancillotti 100) nella C2B, Fabio Mauri (Fast Team - Puch Frigerio 123) nella C3, Marco Bianchi (Scuderia Fulvio Norelli - Puch Frigerio 175) nella C4, Valter Testori (Careter Imerio Testori - KTM 245) nella C5, Enrico Tortoli (Pantera - KTM 340) nella C6, Federico Fregnan (Treviso - Fantic Motor 50) nella D1, Sandro Pivetta (Manzano - Aprilia 80) nella D2, Stefano Bosco (Manzano - Kramer 123) nella D3, Maurizio Bettini (Pantera - KTM 175) nella D4, Alessandro Vaccari (Trial David Fornaroli - KTM 245) nella D5, Paolo Giulietti (Scuderia Fulvio Norelli - KTM 494) nella D6, Giorgio Volpi (Imperia - Accossato 80) nella X1, Riccardo Terranova (Scuderia Fulvio Norelli - Cagiva 124) nella X2, Osvaldo Armanni (Sebino - KTM 250) nella X3, Andrea Purinan (Manzano - Honda 250) nella X4, Mauro Sant (Tagliamento - KTM 500) nella X5, Marco Cornelli (Pavia - Moto Morini 500) nella X6 e Mirko Marone (Chieve - HM 80) nella T80 RS.

Particolarmente accese sono state le sfide delle classi A5 (con Ivano Mattalini alle spalle di Corsini per soli 8 secondi e 89 centesimi), C3 (con Marco Ghilardi alle spalle di Mauri per soli 1.84), C5 (con Guido Savio alle spalle di Testori per soli 3.03), D2 (con Francis Mace alle spalle di Pivetta per soli 7.87), D3 (con Massimiliano Luzi alle spalle di Bosco per soli 1.96) e D5 (con Matteo Rubin, Mario Graziani e Paolo Spadoni rispettivamente secondo, terzo e quarto con distacchi contenuti in 6 secondi e 31 centesimi).

Fra le squadre, il Vaso è stato vinto dalla Regolaritá Friuli con i piloti Stefano Bosco, Matteo Rubin e Gianfranco Crivellari (con le due compagini del Grumello Benini Vintage B ed A rispettivamente al secondo e terzo posto), mentre il Trofeo è finito nelle mani del Pantera A, grazie alle performance agonistiche di Fabio Parrini, Massimo Parrini ed Enrico Tortoli (con La Marca Trevigiana seconda e la compagine B del Pantera terza).

I premi offerti dallo sponsor tecnico Anlas Italy sono stati consegnati ai piloti Enzo Vescia e Angelo Ceribelli, che sono tornati a casa con un treno di gomme a testa, mentre il borsone offerto da 24 MX è stato vinto da Michele Di Mauro al termine di un’esilarante ‘prova Luna Park’… perché anche questo è il Gruppo 5 di Regolaritá.

Alle premiazioni di fine giornata è intervenuto il Sindaco di Massa Marittima, Marcello Giuntini che ha ringraziato tutti i presenti per la loro entusiasta partecipazione, augurandosi di poterli rivedere il prossimo anno. Applausi scroscianti sono stati tributati dai piloti ai soci del Moto Club Massa Veternensis rappresentati da Simone Cini e Carlotta Lotti, che hanno voluto ringraziare i volontari della Misericordia e dell’Avis di Massa presenti al Punto COVID, il gruppo di lavoro della FMI coordinato da Francesco Mazzoleni, il promoter media Soloenduro gestito da Enzo Danesi, il direttore e i commissari di gara, oltre naturalmente ai piloti provenienti da tutta Italia. Un semplice ‘arrivederci’ fa presagire che la carovana del Gruppo 5 di Regolaritá potrebbe presto tornare da queste parti.

Nel frattempo ci vediamo all’ultima prova della stagione agonistica 2021 che si svolgerà a Polcenigo, in provincia di Pordenone, domenica 26 settembre.

 

Daniela Confalonieri
Ufficio stampa

Gruppo5 Soloenduro