Solo Enduro - la casa degli Enduristi italiani

sei in:  notizie  |  BETA DIRT RACING

BETA DIRT RACING

SIGILLA LA SIX DAYS

pubblicato


BETA DIRT RACING SIGILLA LA SIX DAYS

Paolo Machetti, Team manager Beta Dirt Racing, può dirsi orgoglioso del capolavoro redatto durante la 95^ edizione della ISDE con oltre 25 partenti sotto la propria tenda per l’evento più “In” nel panorama Enduro.

Se la nazionale Azzurra sta ancora festeggiando i risultati artigliati durante la Six Days grazie alla vincita della massima categoria a squadre e l’oro nella categoria Under 23, altrettanto sta accadendo in casa Beta dove con successo si è sigillata una storica Sei Giorni in un clima tutto internazionale grazie inoltre ad una autorevole prestazione condotta da 3 motorallisti quali: Andrea Mancini, Emilio Procaccini e Andrea Rocchi.

I numeri di questa 6 giorni, andata in scena a Rivanazzano Terme con prove speciali tra la Lombardia e  il Piemonte son presto detti: 650 partenti, 21 nazioni, 150 riders italiani, 200 km al giorno tra prove speciali e trasferimenti con l’intera aristocrazia dell’enduro a dare il massimo  davanti alle più blasonate testate di settore  pronte a raccogliere ogni frammento del  più antico evento off-road autografato FIM. Il team Beta Dirt Racing si è distinto, rispetto a tutti gli altri team presenti, per aver  schierato e fatto assistenza a una moltitudine di piloti proveniente  da tutto il globo regalando quel tocco famigliare tutto toscano  sotto le proprie tende a centauri: brasiliani, messicani, cileni, israeliani. Impossibile non accorgersi del clima dinamico che per 6 giorni ha regnato nel Paddock presso la zona Beta dove una concentrazione di culture in sella al marchio di Rignano sull’Arno ha dato il massimo con Paolo Machetti a dettare tempi e disposizioni mentre i meccanici si adoperavano nel cambio dei liquidi e i piloti si affannavano nel cambio gomme dopo estenuanti prove speciali. Ma se da un punto di vista internazionale il marchio Beta è stato una garanzia altrettanto prestigioso si è rivelato a livello nazionale con una squadra proveniente dal Campionato Italiano Motorally a portare a termine la Six Days dove il plurititolato Andrea Mancini, il campione italiano Classe 300 Andrea Rocchi e la colonna portante Emilio Procaccini hanno sigillato con successo “l’Olimpiade dell’enduro” tra il Gotha della disciplina.

Ora, dopo l’entusiasmante esperienza del 2021, si guarda già all’anno prossimo con il chiaro intento di allargare ancora la compagine di partecipanti mantenendo quel singolare stile made in Italy da trasmettere a più nazioni possibili. Tutto questo e molto altro ancora è Beta Dirt Racing e Beta Motorcycles.

 

Ufficio Stampa: Attila Pasi-soloenduro.it-