Solo Enduro - la casa degli Enduristi italiani

sei in:  notizie  |  Rievocazione della ISDT 1980

Rievocazione della ISDT 1980

Alessandro Gritti in Maglia Azzurra

pubblicato


Alessandro Gritti in Maglia Azzurra
alla Rievocazione della ISDT 1980

Roma, 14-08-2020

 

Alessandro Gritti torna in Maglia Azzurra. Il grande campione bergamasco, uno dei piloti più rappresentativi della Regolarità sia a livello nazionale che internazionale, vestirà la divisa dell'Italia nel corso della Rievocazione Storica della ISDT 1980, che si svolgerà a Brioude (Francia) da martedì 22 a domenica 27 settembre.

Gritti subentrerà a Luca Benedetti - che ha dovuto rinunciare alla trasferta francese a causa di un infortunio - e prossimamente verrà definito in quale tra le quattro squadre azzurre disputerà la competizione. Nato a Vertova il 1° aprile 1947, Gritti correrà in sella alla moto Kramer 250 con cui nel 1981 vinse il Trofeo alla Sei Giorni dell'Isola d'Elba. Capace di ottenere 13 medaglie d'oro e due vittorie assolute alla Six Days, tra i suoi risultati principali in carriera si ricordano anche 4 titoli europei, 10 italiani di classe e 1 assoluto. Nel 2016 ha portato a termine la FIM ISDE in Spagna.

A Brioude sarà presente il Responsabile Regolarità del Comitato Moto d'Epoca, Francesco Mazzoleni e l'Italia sarà al via della Rievocazione con dodici piloti. A guidarli saranno il Commissario Tecnico, Franco Bartocci, e il Direttore Sportivo, Pierluigi Rottigni. Gli azzurri impegnati in Francia saranno: Cesare Bernardi, Walter Bettoni, Gualtiero Brissoni, Maurizio Cecconi, Fabio Fasola, Roberto Gaiardoni, Alessandro Gritti, Adriano Micozzi, Pier Franco Muraglia, Giovanni Pieroni, Dario Salvi, Angelo Signorelli. Romano Bernasconi e Giancarlo Reseghetti saranno i cronometristi.

Giovanni Copioli, Presidente FMI: "Come appassionati siamo felici di rivedere in sella Alessandro Gritti, uno dei più importanti campioni del nostro sport. Alla rievocazione della ISDT 1980 l'Italia sarà la Nazionale più rappresentata grazie alla passione di piloti e staff; seppur in uno spirito di sport e divertimento, sono certo che i nostri daranno il massimo. Concludo rivolgendo un ringraziamento a Luca Benedetti, che ha dovuto rinunciare alla trasferta a cui avrebbe partecipato con grande entusiasmo".