Solo Enduro - la casa degli Enduristi italiani

DAKAR 2021

l'Arabia mai vista prima! Il via da Jeddah

pubblicato


Parte da Jeddah il percorso 2021: l'Arabia mai vista prima!

l'Arabia Saudita ha lasciato un bellissimo ricordo nei cuori e nelle menti dei concorrenti della Dakar 2020, è pensare che era solo un piccolo assaggio del suo sterminato territorio. Nel 2021, i suoi vasti e diversi paesaggi, saranno il teatro per una nuova avventura nel deserto dove i piloti e gli equipaggi entreranno in territori inesplorati. Anche se alcune delle città che hanno ospitato i bivacchi lo scorso gennaio torneranno, ma il tracciato sarà completamente diverso! Partenza il 3 gennaio e arrivo il 15 a Jeddah, più di 8.000 km di percorso e ben 5.000 km di prove speciali, dodici tappe ed una giornata di riposo, il 9 gennaio nella città di Ha’il.

Come la passata edizione, anche in quella del 2021, il road book sarà consegnato al mattino,10 min prima del via e sarà disponibile anche in versione digitale, anche se solo per alcune categorie. Il road book avrà già in evidenza le note pericolose e di rilevanza, cosa molto utile per i piloti, sarà dalla prossima edizione, i piloti avranno a disposizione un segnalatore acustico che li avviserà in prossimità dei punti di difficoltà 2 e 3.

Inoltre, saranno istituite alcuni settori con velocità controllata “slow zone” il cui limite sarà di 90 km/h. Due tappe saranno ad anello e i piloti potranno, per modo di dire, tirare un poco il fiato.

La tappa Marathon, come sempre ricalca lo spirito Dakar. I piloti dovranno saper risparmiare mezzi e fisico, dovranno saper gestire strategicamente le loro risorse per poter continuare la gara. La gestione dei pneumatici sarà determinante, visto che ci saranno delle restrizioni sui cambi di pneumatici. Vietati i cambi per le auto nella tappa marathon anche tra concorrenti.

Obbligatori i giubbotti airbag che saranno soggetti a controllo da parte degli organizzatori. Inasprite le sanzioni dal secondo cambio motore, proprio per spingere i piloti  a guidare con attenzione. Dalla prossima edizione sarà anche vietato intervenire sui mezzi nelle stazioni di rifornimento.

VERIFICHE - JEDDAH: 1 ET 2 GENNAIO
PARTENZA - JEDDAH: 3 GENNAIO
GIORNATA DI RIPOSO - HA'IL: 9 GENNAIO
ARRIVO - JEDDAH: 15 GENNAIO

"A volte sembra che l'altro lato dell'arcobaleno sia proprio dietro l'angolo e che un tesoro magico sia a portata di mano, le due settimane dell'edizione 2020 in Arabia Saudita, hanno dato il via al 3° capitolo della sua storia.

I sauditi hanno avuto l'ispirazione audace di credere in questo connubio, una visione condivisa da tutti i concorrenti e dai loro equipaggi. Il susseguirsi delle situazioni ambientali anche nello stesso territorio e i maestosi paesaggi della regione ci hanno lasciato abbagliati e sbalorditi. Tuttavia, l'Arabia Saudita ha rivelato solo una piccola parte dei suoi misteri, lasciando molte sorprese in serbo per la prossima edizione nel gennaio 2021.

Nelle ultime settimane, siamo tornati al nostro software GIS e alle note di ricognizione dello scorso anno e ci siamo resi conto di come vaste sono le possibilità. Il percorso che abbiamo preparato, un gigantesco tour dei deserti sauditi, non riutilizza nessuna delle tracce e delle dune presenti negli speciali dello scorso gennaio. Le possibilità a noi aperte ci hanno dato la possibilità di progettare un percorso più tecnico con terreno vario e meno tratti veloci. Con i cambiamenti del percorso, stiamo anche implementando nuove funzionalità al fine di rendere la gara ancora più fedele ai valori del rally. Spostare l'attenzione dalla velocità pura alla navigazione fa parte di un approccio olistico in cui la creazione della Dakar Classic collega le leggende del passato e l'eccitazione del futuro.

Dopotutto, l'avventura è una ricerca senza tempo, no?"

David Castera
Dakar Director