Solo Enduro - la casa degli Enduristi italiani

sei in:  notizie  |  RISEMOUSSE IL PRESS TEST

RISEMOUSSE IL PRESS TEST

Abbiamo provato le nuove mousse studiate da Riselab

pubblicato


 

 

Abbiamo risposto con entusiasmo all’invito per il Press Test Risemousse, inviatoci da Stefania Galli, dinamica responsabile della comunicazione per l’evento e di Innovabox srl, azienda distributrice sul territorio nazionale delle Risemousse.

Appuntamento nella struttura del Max land Mx Raceway Park di Chignolo Po, chiuso al pubblico per una giornata di test su un tracciato composto da una pista da motocross e da un fettucciato molto ampio con fondo sabbioso, con l’aggiunta di una breve variante hard con tronchi posizionati in sequenza.

Una volta fatto l’accredito e preso posto nella sala conferenze del circuito, ho seguito con attenzione la presentazione dei prodotti che avremo di lì a breve potuto testare, già montati sul numeroso parco moto messoci a disposizione.
Non credo sia necessario, amici di SoloEnduro dilungarmi oltre sulla spiegazione di cosa sia una mousse, visto che personalmente la ritengo una delle “invenzioni” che hanno maggiormente segnato il mondo dell’off-road dal 1984, quando da Michelin venne proposto al grande pubblico il primo esemplare, 35anni di evoluzione continua per migliorare prestazioni e durata, i due fattori che ne decretano il successo a livello commerciale.

Ma veniamo alle Risemousse, che ci vengono presentate con dovizia di particolari tecnici da parte di Giacomo Delle Cave e Fabio Ferrari, partendo dal modello Enduro, passando dal Cross per finire al modello X Edition dedicato al fuoristrada Estremo.

Vengono prodotte nello stabilimento di Lumezzane (BS), con l’obiettivo preciso di garantire una ottima performance e sono realizzate, grazie alla sezione di ricerca e sviluppo Riselab, con nuove tecniche di produzione e materiali innovativi a base di tecnopolimeri.

Motivo di vanto, è la nuova tecnologia R.P.M , una composizione di tecnopolimeri con nanotecnologia che consente alla mousse di garantire la massima prestazione durante il suo utilizzo, mantenendo una memoria progressiva della sua densità. Ciò accade per via del raffreddamento postprestazione (all’incirca una trentina di minuti), al termine del quale la tecnopolimeri EPP memorizza la densità della mousse, consentendole una maggiore durata e preservandola più a lungo per il successivo utilizzo.
Scritto così sembra di difficile comprensione per i non addetti ai lavori, ma in parole povere i loro tempi di durata, considerando che sono un prodotto per un utilizzo racing, rigorosamente solo in offroad (non sono omologate per l’uso in strada), sono condizionati da numerose variabili che entrano in gioco, come condizioni meteo e peso del pilota, stile di guida e le diverse tipologie di terreno che si devono affrontare.
I responsabili, assicurano almeno 60 ore di vita per le Enduro, 15/20 ore per le Cross ed una gara con la prestazione massima ed immediata per la X Edition .

Proprio la X Edition, dalla particolare conformazione, è la principale novità della casa di Lumezzane e, come più volte rimarcato da Ferrari durante la presentazione e durante il Test, è una mousse “ One Shot “ creata per le gare di enduro hard, dove raggiunge la sua massima morbidezza dopo pochi minuti dall’inizio del suo utilizzo e offre tutta la sua massima prestazione nel corso di una unica giornata di gara.
Come per quelle di altra marca, anche per loro è consigliato l’utilizzo del fermacopertone .

Le Risemousse non si polverizzano, non si tagliano, ed in base al modello ovviamente hanno pressioni di utilizzo che variano e che riportiamo  nella scheda tecnica prodotto qui di seguito

 

 ENDURO ESTREMO

 

ENDURO

CROSS

 

 

 

TEST TIME

 

È tempo di salire in sella per la prova in pista e la mia prima scelta cade sulle Enduro, che sono montate sulla RedMoto Honda CRF 450 RX, portata al test direttamente da RedMoto ed il primo impatto è davvero positivo, sostengono bene la moto e non trasmettono alcuna sensazione di appesantimento nella guida, particolarmente alla ruota anteriore.
La trazione è ottima e la precisione nell’ inserimento dei canali, che via via si vanno formando per il susseguirsi dei passaggi degli altri tester, è perfetto.
Le sto provando all’interno del fettucciato con fondo sabbioso, realizzato nella zona antistante al parcheggio, dove mancano ovviamente sassi e rocce tipici dei terreni dove giro in moto abitualmente, ma il primo contatto  pur su terreno morbido è assolutamente positivo.
 

Riporto il 450 ai box nel paddok, salgo sulla RedMoto Honda CRF 250 RX, dove sono montate le X Edition e mi accorgo subito della differenza, con una maggior trazione al posteriore , specialmente affrontando con attenzione la sezione con i tronchi, allestita in una zona dedicata del fettucciato.
La ruota si appoggia totalmente all’ ostacolo e ti consente di superarlo molto più agevolmente, inoltre l’anteriore copia dolcemente il tronco nel caso si sbagli la manovra. Sul fettucciato la moto resta in modalità trazione “perenne” e la differente pressione in bar viene percepita sia al posteriore sia all’ anteriore, forse anche in virtù del fatto che io ho un peso ed una struttura fisica superiore al pilota standard.
 

A disposizione dei Tester fanno bella mostra anche le moto da Rallydella MST, che montano le mousse Enduro ed allora non esito un attimo ad entrare nel percorso con la versione XR Rally e nonostante il maggior peso della moto, dovuto ovviamente all’allestimento particolare, compiono egregiamente il loro lavoro, anche in questo caso non mostrando alcun cedimento, nonostante le ore di utilizzo in questa giornata, tra l’altro molto calda in questo anomalo Aprile.
 

Sono presenti a questa giornata dedicata a Risemousse anche, Andrea Belotti ed Angelo Pellegrini , testimonial del brand lombardo e nei momenti di pausa tra un cambio moto e l’altro, scambio con loro qualche parola sulla loro stagione agonistica e sul prodotto del test odierno.

Belotti, in particolare, ci mostra come montare queste mousse direttamente sul campo, utilizzando il suo abituale attrezzo smontagomme, che porta nei paddock degli Assoluti d’Italia di Enduro e nella nuova Coppa del Mondo Enduro Over 37.
Con poche ed esperte manovre viene montata velocemente e senza particolari difficoltà, preziosi consigli ci vengono dati da Andrea sull’utilizzo del gel creato apposta per questo articolo, per agevolarne il montaggio e per farlo lavorare al meglio una volta inserito nel copertone.

Scambi di opinioni anche durante la pausa pranzo, perfettamente realizzata dallo staff di Max land Mx Raceway Park, in particolare con Claudio Terruzzi, che ci regala sempre ad ogni incontro perle di saggezza inestimabili.

 

Terminato il pranzo si torna alle prove ed è la volta della versione Cross, montata su moto di marche diverse: Yamaha, Honda e Kawasaki sono pronte all’uso, c’è solo l’imbarazzo della scelta, ma prima di entrare in pista, che dopo I giri del mattino si e leggermente segnata, mi fermo ad ammirare Angelo Pellegrini volteggiare leggiadro in pista con la sua RedMoto Honda CRF 450 R #941 Motobase.
Vederlo guidare è uno spettacolo, tanto da farmi fermare a riflettere su quanta distanza siderale ci possa essere tra un amante delle mulattiere ed uno dei tripli e delle scrubbate.
Bravo Angelo , non per nulla sei un pilota che ha preso parte in questa stagione ad alcune prove del Monster Energy Supercross negli Stati Uniti, onorando alla grande il tricolore .

 

Guida bene anche mister Risemousse Fabio “Iron” Ferrari, che vanta un recentissimo passato agonistico ancora non concluso del tutto, impegni di lavoro permettendo.

Approfitto di un momento dove la pista resta libera, provando in sequenza Honda e Kawasaki ed è il mio battesimo in pista da cross con le mousse, visto che quando correvo io nel regionale lombardo Major, dal 1987 al 1993, sulla mia Kawasaki 250, si utilizzavano le camere d’aria, rinforzate si, ma pur sempre camere. Le Risemousse quindi per me sono una sorpresa assoluta e la differenza con le camere è praticamente inesistente in termine di sostegno e trazione, anzi, la certezza di non subire più forature in pista è un ulteriore vantaggio tecnico, prestazionale e positivo nella mente del pilota.
Faccio del mio meglio per girare in scioltezza in pista, ma resto sempre entro I miei limiti, constatando che anche il modello Cross si pone ai vertici e punta al Top.

 

Terminato il Test in pista scambio due parole con Pietro Delle Cave, dinamico titolare di Innovabox srl , già attiva da diversi anni nella distribuzione degli pneumatici Anlas ed in breve gli racconto come noi di SoloEnduro affrontiamo questi Press Test dedicati alle mousse con un minimo di perplessità, mancando, ovviamente per motivi logistici, un percorso marcatamente dedicato all’enduro tradizionale e che sarebbe stato per noi interessante, poterle testare direttamente nelle zone impervie in bergamasca e bresciano dove giriamo abitualmente.
Nessun problema, in 10 secondi le due Risemousse Enduro erano già disponibili per il test con l’accordo di aggiornarci al termine e con la chicca di una anticipazione riguardante la nascita a breve di una gamma 2.0 che prevede l’inserimento di una dedicata ai Rally.

Ottimo, a prestissimo allora!

 

Max Segale (Dogger)