Solo Enduro - la casa degli Enduristi italiani

sei in:  notizie  |  CAMPIONATO ITALIANO FMI REGOLARITA' D'EPOCA

CAMPIONATO ITALIANO FMI REGOLARITA' D'EPOCA

Le Marche si preparano per la 6ª Prova del G5

pubblicato


CAMPIONATO ITALIANO FMI REGOLARITA' D'EPOCA
LE MARCHE SI PREPARANO PER LA 6. PROVA DEL GRUPPO 5

Valfornace

Nel mondo dell'enduro la cittadina di Pievebovigliana ha sempre conservato un posto rilevante: dal 2017 però la fusione di Pievebovigliana e Fiordimonte ha portato alla nascita di Valfornace un Comune che conta poco più di 1000 abitanti. Per questo motivo si chiama Comune sparso ma chi ha già conosciuto Pievebovigliana e che ricorda per esempio gli Assoluti del 2016, sa che in queste zone è sempre bello ritornare. E' non solo bello ma anche importante perchè la zona, duramente colpita dal terremoto proprio nel novembre 2016 sta ancora lottando per rimettersi in piedi e la presenza del Campionato Italiano FMI Regolarità d'Epoca deve leggersi proprio in questa ottica di solidarietà, amicizia e aiuto. Tanto di cappello dunque, e di ringraziamenti, al Moto Club Amatori Fuoristrada Sibillini che tanto ha fatto per organizzare questa gara, la sesta del calendario 2019.

La penultima prova dell'Italiano Regolarità d'Epoca prevede un percorso bello, impegnativo e selettivo che sarà accompagnato, tanto per rendere le cose più difficili, da un caldo che non risparmierà niente e nessuno. Il percorso misurerà 40 chilometri con due prove speciali, un Cross Test subito a ridosso della partenza, e un Enduro Test immediatamente dopo il primo C.O. Tre i giri complessivi con la partenza prevista per le 9 di domenica mattina, 30 giugno. Le operazioni preliminari si apriranno alle 8,30 e proseguiranno fino a 12,30 per riprendere poi alle 14 e terminare alle 17,30 agli impianti sportivi di Valfornace.

Al termine il consueto briefing con il track inspector, Stefano Passeri, al Palazzetto dello Sport a cui seguirà un aperitivo a base di prodotti tipici come i vincisgrassi, il ciauscolo e un originale cocktail Varnelli. Dal lato sportivo già domenica, in quella che sarà appunto la sesta prova dell'anno, potrebbero definirsi i primi Campioni Italiani: nella A1 per esempio Alberto Rittà occupa la prima posizione con 48 punti di vantaggio su Roberto Cancelli e ha praticamente già conquistato il titolo, mentre in A2 ad Enzo Vescia manca ancora la certezza matematica visto che il distacco dal suo più diretto inseguitore, Aldo Grillini, è di 37 punti. In A3 la battaglia è quanto mai accesa perchè Enzo Bedussi è passato in testa alla classe, in Sicilia, per un solo punto su Maurizio Dominella e Marco Taviano, terzo a 10 punti dal primo, potrebbe ancora dire la sua in questo testa a testa.

In A4 anche a Paolo Sala manca la certezza matematica su Marco De Eccher mentre in A5 Gianluca Corsini e Sergio Belussi ancora se la possono giocare visto che al momento sono separati da 3 punti e mezzo. Bella la lotta in B2 fra padre e figlio con il più giovane, Alfredo Gamba, primo con 13 punti di vantaggio su papà Pietro, laddove in B3 Gianluca Beccantini conduce con sole 5 lunghezze su Giancarlo Donadio. C1 e C2 sono tutte da decidere nonostante i due leader, Angelo Ceribelli e Pietro Gagni siano saldamente al comando, e in C3 solo 7 punti separano Mario Valsecchi da Filippo Faraone.

Un solo punto in C4 separa Giorgio Balzarini da Walter Bettoni e in C5 Lorenzo Troian vanta sei punti di vantaggio su Giorgio Contessi. L'eterna sfida dell'anno fra Marco Calegari e Ivano Mattalini proseguirà nelle Marche visto che i due sono separati in C6 da 19 punti mentre in D1 il vantaggio di Federico Fregnan su Mario Negrini è un po' più cospicuo: 100 punti contro 78. Nella D2 Giorgio Nembrini è sempre più incalzato da Sandro Pivetta, a sole 5 lunghezze, mentre in D3 il distacco fra Stefano Bosco e Giuseppe Vernagallo ammonta a 10 punti tondi tondi.

La matematica tradisce Luca Murer in D4 per 26 punti che non lo mettono al riparo dagli attacchi di Enrico Tortoli mentre in D5 è ancora più labile il vantaggio di Osvaldo Armanni su Mario Graziani – i due sono separati da 18 punti – mentre Paolo Giulietti in D6 può contare su un bottino di 35 punti al momento ai danni di Ivo Zorzitto.

Nella X1 Fabio Zandonà conduce con 16 punti di vantaggio su Stefano Zubboli e in X2 Gaetano Terruso è primo con 19 lunghezze su Nicola Tetoldini. Distacchi forti anche in X3 con Andrea Stucchi primo su Riccardo Terranova per 24 punti mentre più sottile è il vantaggio di Alessandro Zamparutti su Mario Rossi visto che i punti che li separano sono 14. Nella X5 la galoppata vincente di Mauro Sant – 4 vittorie su 4 gare - potrebbe portare il friulano al primo posto della classifica, occupata al momento da Andrea Purinan con 8 punti di differenza fra i due mentre in X6 la sfida è completamente aperta perchè ancora non si sa se l'attuale leader Giovanni Gritti sarà presente a Valfornace per difendere il suo primo posto.

Nel Trofeo Testori, in E1 Cristian Ferro conduce su Roberto Vedani, laddove in E2 Riccardo Gravaghi tenta di allungare su Giuseppe Guarino mentre nel Trofeo 80, nelle Marche, Giorgio Volpi ed Enrico Belloni arriveranno con lo stesso identico punteggio. Le strategie di gara, e le tattiche, si faranno ancora più pressanti nella battaglia per la vittoria nella classifica squadre Trofeo attualmente comandata dal Pantera inseguita dal Gilera Club Arcore e il Bergamo Grumello Benini Vintage B, e in quella del Vaso, sempre comandata dal Pantera con il Grumello Benini Vintage secondo e la Scuderia Norelli, sempre del Bergamo terza.

 

Ufficio Stampa GR 5 Regolarità d'Epoca – Elisabetta Caracciolo