Solo Enduro - la casa degli Enduristi italiani

sei in:  notizie  |  ALFREDO GOMEZ PRENDE IL COMANDO

ALFREDO GOMEZ PRENDE IL COMANDO

Red Bull Romaniacs - Day2

pubblicato


ALFREDO GOMEZ PRENDE IL COMANDO DEL ROMANIACS IL DAY 2

Sibiu - 1 agosto 2019

 

Alfredo Gomez (ESP, Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing) “non ha fatto prigionieri” vincendo l'Offroad Day 2 all'edizione "Sweet 16" del Red Bull Romaniacs, segnando 7 dei 10 tempi più veloci ai check points. Ha terminato con un tempo totale di 5 ore e 41 minuti, mettendo un gap di 5 minuti e 58 secondi su Graham Jarvis (Regno Unito, Husqvarna) che è arrivato secondo, con un tempo totale di 5h 48m 2s. Manuel Lettenbichler (GER, KTM) ha perso 24 secondi su Graham oggi ed è arrivato terzo. Con il risultato di oggi Alfredo guida anche l’assoluta della gara davanti a Graham al secondo posto e Manuel al terzo.

E’ Stato il "Silent Assassin" Graham Jarvis a fare da apripista della Gold Class, chiamata "Decebal", alle 06:30 di oggi. Decebal è stato l'ultimo re di Dacia - una regione storica in Romania - ed è famoso per aver combattuto i Romani, anche nella regione in cui i riders avrebbero dovuto combattere con il tracciato di oggi. Alla fine della giornata, la maggior parte dei migliori motociclisti internazionali ha comunque fornito un eccellente feedback dicendo che il mix di sezioni veloci e tecniche era perfetto. Con 151 km questo è stato il giorno più lungo da percorrere in termini di chilometri.

Non si poteva negare che Alfredo Gomez fosse in missione. Partito 7 minuti dietro Graham, questa mattina il ritmo che Alfredo ha stabilito fin dall'inizio era di un altro pianeta confronto agli altri piloti oggi. Anche se non usiamo questa espressione troppo spesso, bisogna ammettere che se anche Graham Jarvis perde più di 6 minuti la performance di Alfredo doveva essere stata fantastica.

Subito dopo l'inizio, i piloti della Gold Class si sono trovati di fronte alla prima salita piuttosto seria chiamata "Espresso" - una bella sveglia al mattino presto per assicurarsi che non fossero solo i motori a essere svegli.

Nonostante un osso fratturato al piede, Wade Young ha deciso di dargli una chance questa mattina. Un sospetto problema dell'albero selettore marce, subito dopo l'inizio, lo ha costretto a tornare indietro per averlo riparato, che gli è costato 30 minuti buoni per raggiungere il Check Point 1. Ha perso altri 33 minuti tra CP 5 e 6, ha raggiunto il Service Point ma ha deciso di uscire e ha lasciato il punto di assistenza in auto anziché in moto. Buona guarigione: tornerai più forte di prima, Wade!

La lotta è continuata mentre Mani e Graham stavano cercando di tenere il passo con la velocità di Alfredo, considerando che ha fatto l’assoluta nella maggior parte dei checkpoint, ma non ce l’hanno fatta. Lo spagnolo non li ha fatti passare, ha tenuto in media un vantaggio 5-6 minuti sui suoi inseguitori nonostante abbia avuto un piccolo incidente vicino al traguardo.

Un forte temporale ha reso difficile la vita di quei riders che non erano arrivati ​​al traguardo verso le 15:00 (ora dell'Europa orientale). I vincitori delle quattro classi sono stati risparmiati, ma molti altri piloti hanno dovuto combattere contro l'acqua e le condizioni meteorologiche estreme per arrivare alla fine.

 

Cosa dicono i piloti - Off-road Day 1 - Gold Class

 

Alfredo Gomez (ESP, Husqvarna): "Sì, è stata davvero una bella giornata. Sono stato tutto il giorno a caccia di ragazzi e ho mantenuto un buon passo. Il ritmo è stato praticamente perfetto per tutta la gara. Solo prima del traguardo ho avuto uno stupido incidente e ho rotto i paramani, ma il resto è stato ottimo! Per i restanti due giorni la mia strategia è chiara: spingerò come ho fatto oggi e spero di avere lo stesso ritmo. Se riesco a farlo domani e sabato, dovrei avere buone possibilità di vincere la gara. Ecco cosa sto cercando! "

 

Manuel Lettenbichler : " Oggi è stata una giornata davvero dura. La pioggia ha reso il percorso piuttosto scivoloso qua e là, specialmente in alcune sezioni in salita. Ho cercato di tenere il passo con Alfredo - oggi stava andando molto, molto bene. Ero stanco al "Brother of K2", ho faticato un po', ma non troppo. Verso la fine ho fatto degli errori che mi sono costati molto tempo. Ma sono contento della giornata, è stata veloce ma con qualche pezzo difficile - lo stile tipico e perfetto del Romaniacs direi. Mi è davvero piaciuto. Adesso mi riposerò un po' ,per attaccare di nuovo il terzo giorno ".

Graham Jarvis (Regno Unito, Husqvarna): "La pioggia ha fatto una bella differenza su un paio di pendii in collina oggi, quelli sono stati decisamente più difficili. Immagino lo stasso per tutti gli altri. Il"Brother of K2" è stato davvero duro. Abbiamo avuto bisogno della compagnia della spinta, ma immagino che sia stato un bello spettacolo per la folla. Oggi è stato davvero un bel mix di pezzi veloci e difficili, una lunga giornata, molti chilometri. Sono stanco ora e mi riposerò per domani ".

Mario Roman (ESP, Sherco): "È stata una giornata divertente, non così lunga. Alcuni posti erano asciutti, altri bagnati - Mi sono davvero divertito qui oggi e non vedo l'ora di essere sulla pista del Off-road Day 3 domani. Non ho faticato, oggi è stata un buon tracciato. Alcuni posti scivolosi ma è andata bene così. "

 

Off-road Day 3 - Walachia

 

2 agosto 2019 - Walachia è una regione storica e geografica della Romania. Si trova a nord del Basso Danubio ed a sud dei Carpazi meridionali. Il Mastermind Martin Freinademetz, il Track DirectorTeo Isaac e il Track Manager Mike Skinner hanno trovato alcuni tracciati davvero gustosi in quella regione: 140 km per i concorrenti della Gold Class che dovranno affrontare un tracciato di tipo alpino, terreno pietroso con salite molto lunghe e discese di circa 1.000 metri di altitudine.

Questa sarà una divertente e fantastica giornata di gara, con un paio di vecchie piste classiche Red Bull Romaniacs e una nuova sezione chiamata Man Ridge, in cui la maggior parte dei piloti professionisti passerà un po' di tempo a spingere le loro moto. Tuttavia, di seguito a quella sezione, potranno riposare un po' su un trasferimento più lungo, tornando a Sibiu.

 

Sezioni distintive del Offroad Day 3: Black slope, Man ridge, Kiwi finish

 

I risultati del Off-road Day 3 determinano l'ordine di partenza del Off-road Day 4.

 

Primi 10 risultati - Gold Class

 

Alfredo Gomez Cantero (ESP, Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing): 5 ore 41 minuti 0 secondi

Graham Jarvis (GBR Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing): 5h 48m 2s (+ 5m 58s)

Manuel Lettenbichler (DEU, Flatschingfast Factory Team): 5h 47m 22s (+ 6m 22s)

Mario Roman (ESP, Sherco Factory Racing Team): 5h 49 54s (+ 7m 2s)

Jonny Walker (GBR, Red Bull KTM Factory Racing): 5h 55m 56s (+ 14m 56s)

Taddy Blazusiak (POL, Red Bull KTM Factory Racing): 5h 59m 37s (+ 18m 37s)

Billy Bolt (Regno Unito, Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing): 6h 9m 8s (+ 28m 8s)

David Cyprian (CZ, JD Gunnex KTM): 6h 19m 32s (+ 38m 32s)

Josep Garcia Montana # 13 (ESP, Red Bull KTM Factory Racing): 6h 54m 7s (+ 1h 13m 7s)

Pol Tarrés (ESP, TTR Officine Rigamonti Husqvarna): 6h 57m 28s (+ 1h 16m 28s)

Primi 3 risultati Silver e Bronze Class

 

Primi 3 risultati - Silver Class

Josu Artola (ESP) Zatika Team: 5h 2m 54s

Josef Westgarth (GBR) Eurotek: 5h 16m 2s (+ 13m 8s)

Alberto Aramburu (ESP) Aramburu xtreme: 5h 16m 35s (+ 13m 41s)

 

Primi 3 risultati - Classe Bronzo

Jean-Michel Vigand (FRA) CHANY MOTOS: 4h 29m 58s

Eric Slominski (USA) Slowmaniac: 4h 34m 25s (+ 6m 12s)

Marius Muntean (ROU) Motoclub Haita: 4h 35m 4s (+ 6m 51s)

 

Informazioni su Red Bull Romaniacs

Il Red Bull Romaniacs Hard Enduro Rallye è stato creato nel 2004 dal fondatore Martin Freinademetz. Negli ultimi anni è diventato l’ Hard Enduro Rallye più duro del mondo e attira concorrenti da circa 50 Paesi ogni anno.
La gara si sviluppa su cinque giorni - cinque giorni di pura e dura gara di enduro: l'evento è iniziato con il leggendario Prologo - una prova a cronometro nel centro di Sibiu con migliaia di fan entusiasti e seguita da quattro giorni di fuoristrada. I concorrenti vengono portati su alcune delle piste da enduro più belle del mondo nella regione intorno a Sibiu, nei Carpazi meridionali della Romania. Dovranno padroneggiare l'arte di navigare su tracce visivamente contrassegnate con dispositivi GPS per il controllo. La natura selvaggia mozzafiato, le incredibili sezioni in salita e in discesa in un paesaggio spettacolare e l'organizzazione professionale ed esperta, danno come risultato la prova più dura e allo stesso tempo più memorabile per tutti i partecipanti.

 

Credito fotografico : Carmen Mayr

 

CLASSIFICHE COMPLETE

 

 

 

Alfredo Gomez takes Romaniacs Lead on Day 2


Sibiu - August 1, 2019

Alfredo Gomez (ESP, Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing) took no prisoners in winning Offroad Day 2 at the "Sweet 16" edition of Red Bull Romaniacs scoring 7 out of 10 fastest times at the check points. He finished with a total riding time of 5 hours and 41 minutes putting a gap of 5 minutes and 58 seconds on Graham Jarvis (UK, Husqvarna) who finished second with a total riding time of 5h 48m 2s. Manuel Lettenbichler (GER, KTM) lost 24 seconds on Graham today and came in third. With the result today Alfredo also leads the overall race progress ahead of Graham in second and Manuel in third.

It was the "Silent Assassin" Graham Jarvis who opened the Gold Class track named "Decebal" at 06:30 AM today. Decebal was the last King of Dacia - a historic region in Romania - and he is famous for fighting the Romans, also in the region where the riders were supposed to fight against the track today. At the end of the day today, most of the international top riders however provided excellent feedback saying that the mix of fast and technical sections was perfect. With 151 km this was the longest day to ride in terms of kilometers.

There was no denying that Alfredo Gomez was on a mission. Starting 7 minutes behind Graham this morning the pace Alfredo set from the very start was not of this world for the other riders today. While we don’t use this expression too often, one has to admit that if even Graham Jarvis loses more than 6 minutes Alfredo's performance must've been an adorable one.

Right after the start the Gold Class riders were exposed to the first rather serious uphill called "Espresso" - a nice wake up call in the early morning to make sure that it was not only the engines that were awake.

Despite a fractured bone in his foot, Wade Young decided to give it a try this morning. A suspected gear selector shaft problem right after the start caused him to return to the start to have it fixed which cost him a good 30 minutes reaching the Check Point 1. He lost another 33 minutes between CP 5 and 6, reached the Service Point but decided he had to quit and he left the Service Point by car instead by bike. Get well soon - you will come back stronger, Wade!

The struggle went on while Mani and Graham were trying to keep up with Alfredo's overall speed considering the actual riding time at most of the checkpoints - but they failed. The Spaniard was denying the access, he kept an average of 5-6 minutes on his haunters despite having a little crash close to the finish.

A heavy thunderstorm made the lives of those riders difficult who hadn't made it to the finish by about 15:00 (Eastern European Time). The winners of the four classes weren't really affected but a lot of other riders had to battle against the water and the extreme weather conditions to make it to the finsh line.

 

Riders Quotes - Off-road Day 1 - Gold Class

 

Alfredo Gomez (ESP, Husqvarna): "Yes, this was a really good day. I was on the hunt the whole day chasing the boys and I had a good pace. The rhythm was pretty much perfect throughout the race. Only right before the finish I've had a stupid crash and broke the hand guards but the rest was very good! For the remaining two days my strategy is clear: I will be pushing like I did it today and I hope I'll have the same pace as today. If I manage that tomorrow and Saturday I should have a good chance to win the race. That's what I'm going for!"

Manuel Lettenbichler: "That was actually a tough day today. The rain made it pretty slippery here and there, especially in some uphill sections. I tried to keep up with Alfredo's pace - he was riding really, really good today. I was tired in the "Brother of K2" section, struggled a bit but not too much. Towards the end I made some mistakes which cost me a lot of time. But I'm happy with the day, it was a fast day but it also had some difficult stuff in it - typical and perfect Romaniacs style I'd say. I really liked it. Now I will get some rest to attack again tomorrow on the third day."

 

Graham Jarvis (UK, Husqvarna): "The rain made a big difference on a couple of hillclimbs today, those were definitely more difficult. I guess I put the line in for everybody else. The "Brother of K2" was really tough. We needed some help up there but I guess it was a good show for the crowd. It was a really good mix today of fast and difficult bits, a long day, lots of kilometres. I'm tired now and will get some rest for tomorrow."

 

Mario Roman (ESP, Sherco): "It was a fun day, not so long. Some places were dry, some wet - I really enjoyed myself out here today and am looking forward to getting on the track of Off-road Day 3 tomorrow. I didn't struggle, it was a good track today. A few slippery places but it was fine."

 

Off-road Day 3 - Walachia

 

August 2, 2019 - Walachia is a historical and geographical region of Romania. It is situated north of the Lower Danube and south of the Southern Carpathians. Mastermind Martin Freinademetz, Track Director Teo Isaac and Track Manager Mike Skinner found some really tasty tracks in that region: 140km for the Gold Class riders being exposed to some alpine style, stony terrain with very long climbs and downhills of around 1,000 altitude metres.

This will be a fun and great riding day with a couple of older Red Bull Romaniacs classic tracks and a new section called Man Ridge where most of the Pro riders will spend some time pushing their bikes. However, following that section they will be able to rest a little on a longer liaison finishing back in Sibiu.

 

Off-road Day 3 Signature Sections: Black slope, Man ridge, Kiwi finish

The results of the Off-road Day 3 determine the starting order of the Off-road Day 4.

 

Top 10 Results - Gold Class

 

Alfredo Gomez Cantero (ESP, Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing): 5 hours 41 minutes 0 seconds

Graham Jarvis (GBR Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing): 5h 48m 2s (+5m 58s)

Manuel Lettenbichler (DEU, Flatschingfast Factory Team): 5h 47m 22s (+6m 22s)

Mario Roman (ESP, Sherco Factory Racing Team): 5h 49 54s (+7m 2s)

Jonny Walker (GBR, Red Bull KTM Factory Racing): 5h 55m 56s (+14m 56s)

Taddy Blazusiak (POL, Red Bull KTM Factory Racing): 5h 59m 37s (+18m 37s)

Billy Bolt (UK, Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing): 6h 9m 8s (+28m 8s)

David Cyprian (CZ, JD Gunnex KTM): 6h 19m 32s (+38m 32s)

Josep Garcia Montana #13 (ESP, Red Bull KTM Factory Racing): 6h 54m 7s (+1h 13m 7s)

Pol Tarrés (ESP, TTR Officine Rigamonti Husqvarna): 6h 57m 28s (+1h 16m 28s)

Top 3 Results Silver and Bronze Class

 

Top 3 Results - Silver Class

Josu Artola (ESP) Zatika Team: 5h 2m 54s

Josef Westgarth (GBR) Eurotek: 5h 16m 2s (+13m 8s)

Alberto Aramburu (ESP) Aramburu xtreme: 5h 16m 35s (+13m 41s)

 

Top 3 Results - Bronze Class

Jean-Michel Vigand (FRA) CHANY MOTOS: 4h 29m 58s

Eric Slominski (USA) Slowmaniac: 4h 34m 25s (+6m 12s)

Marius Muntean (ROU) Motoclub Haita: 4h 35m 4s (+6m 51s)

 

About Red Bull Romaniacs

The Red Bull Romaniacs Hard Enduro Rallye was created in 2004 by founder Martin Freinademetz. Over the past years it has become the world's toughest Hard Enduro Rallye and attracts competitors from about 50 countries each and every year.

 

The race is spread over five days - five days of pure hard enduro racing action: The event is kicked off with the legendary Prolog - a time trial in downtown Sibiu with thousands of enthusiastic fans and followed by four Off-road Days. The competitors are taken on some of the world's most beautiful hard enduro tracks in the region around Sibiu, in the Southern Carpathian Mountains of Romania. They'll have to master the art of navigating on visually marked tracks with GPS devices for control. The breathtaking wilderness, incredible uphill and downhill sections in a stunning landscape and the professional as well as experienced organization result in the toughest and at the same time most memorable experience for all participants.

 

Photographer Credit: Carmen Mayr