Solo Enduro - la casa degli Enduristi italiani

sei in:  notizie  |  Quale e-bike?

Quale e-bike?

Comparativa tra sistemi di elettrificazione per e-bike

pubblicato


Comparativa tra sistemi di elettrificazione per e-bike.

Il mondo dell'e-bike sta incuriosendo molti enduristi. Con questo primo articolo e l'aiuto di
Ruota Libera di Brescia, cercheremo di dare informazioni e indicazioni, su un prodotto che potrebbe essere una buona aggiunta nel garage di molti di noi fuoristradisti incalliti. 

Il mondo delle e-bike (biciclette a pedalata assistita) é un settore in forte evoluzione e con una crescita di mercato importante. In questi ultimi anni molte aziende anche esterne al settore ciclo, hanno investito per la ricerca e lo sviluppo di prodotti tecnologici affidabili e con prestazioni che soddisfano un piú ampio pubblico di interessati che il mondo della bicicletta non era ancora riuscito a coinvolgere.

Anche da parte degli amanti del fuoristrada si sta manifestando un fortissimo interesse nei confronti del mondo delle eMTB: mountain bike a pedalata assitita che funzionano con l’ausilio di un motore elettrico alimentato da una batteria e gestito da software avanzato e affidabile. Un veicolo che non é una moto ed é molto simile ad una bicicletta.

Come una bicicletta la eMTB mantiene tutti i benefici in fatto di circolazione ed il motore elettrico offre al conduttore performance da professionista mantenendo la possibilita’ di fare esercizio aerobico all’aria aperta affannandosi meno.

Attualmente approcciandosi a questo settore si possono trovare difficoltá ad avere informazioni e comparative fra i diversi prodotti che il mercato offre e spesso ci si trova a fare scelte basate sui consigli e le esperienze di altre persone.

Inanzitutto é importante mettere in chiaro che esistono sul mercato diverse tipologie di prodotto, ma gli unici che godono di una libera circolazione sul suolo pubblico sono le biciclette a pedalata assistita con omologazione EPAC 19507 con motore da 250W, assitenza fino a 25Km orari e azionamento del motore in seguito al movimento dei pedali.

In questo breve articolo faremo una comparativa sui sistemi di propulsione delle eMTB e quindi delle diverse marche di motorizzazione per ebike (costituiti da motore, batteria, display e comando per la variazione del livello di assistenza).

I motori “centrali” (cosi’ chiamati per l’alloggiamento sul telaio della bicicletta in concomitanza con il movimento delle staffe) sono i sistemi ebike piú performanti perchè hanno la possibilita’ di sfruttare la trasmissione a cambio.

I motori elettrici delle eMTB sono gestiti da tre sensori: il sensore di sforzo (posizionato sul perno del movimento centrale); il sensore di velocitá (numero dei giri ruota) e il sensore dei giri al minuto (numero dei giri dei pedali).

Lo sviluppo del software gestisce al meglio la combinazione dei dati registrati dai tre sensori, la gestione di consumo della batteria e la gestione dei livelli di assistenza (potenza del motore).

I player piú importanti attualmente sono Bosch, Yamaha, Shimano e Brose, molto simili nel funzionamento ma con caratteristiche e pregi diversi.

Per quanto riguarda l’autonomia, come succede con tutti i veicoli a motore, a paritá di potenza, maggiore é il sebatoio e maggiore sará la distanza percorribile. L’unitá di misura della capacita’ delle batterie sono i Watt per ora e attualmente lo standard si attesta sui 500W/h.

 

Bosch

E’ sicuramente il marchio con la gamma di prodotti e rete di assistenza post-vendita piú diffuso sul territorio europeo.

Ha lanciato il proprio prodotto al momento giusto ed e’ sicuramente dovuto anche all’impegno ed alla qualita’ di Bosch l’impennata nella richiesta emoltiplicazione dei prodotti nel settore delle biciclette a pedalata assistita.

E`un sistema chiuso ed offre una gamma di motori, batterie e display tutti marchiati Bosch completamente compatibili e intercambibili tra loro.

Tutti i centri assistenza Bosch eBike Service hanno un programa di diagnosi attraverso il quale, collegando una ebike elettrificata Bosch al PC, si possono avere informazioni dettagliate sullo stato del veicolo e dei diversi componentia e sul tipo di utilizzo effettuato. Frequentemente vengono rilisascitai da Bosch aggiornamenti software che possono essre caricati sulla bicicletta (l’aggiornamento e’ consigliato ma non abbligatorio), in grado di ottimizzare il funziomento dei diversi componenti.

Il motore principalmente utilizzato sulle eMTB è il Performance CX, in grado di sviluppare la maggior coppia in termini di N m della gamma.

Meccanicamente si differenzia dagli altri sistemi per l’impiego di un riduttore interno che consente al motore elettrico di lavorare ad un elevato numero di giri, mantenendo meglio la coppia.

I motori Performance CX hanno normalmente una guarnitura dotata di pignone tra i 14 e i 16 denti, i cui giri non corrispondono ai giri delle staffe: il rapporto é circa 2:5.

L’ultimo aggiornamento software sviluppato dalla casa tedesca e’ la modalita’ eMTB, in grado di fornire un’assistenza dinamica in base al coordinamento tra lo sforzo esercitato sui pedali, la pendenza del percorso che si sta affrontando, l’inclinazione della ebike e la velocita’. Una sorta di gestione automatica dei livelli di assistenza tra il 120% e il 300%.

Il sistema permette personalizzazioni dei livelli di assistenza soltanto con il display Nyon.

 

Yamaha

L’azienda dei tre diapason e’ stata la prima a creare un motore elettrico di nuova generazione (sul movimento centrale) per ebike: il loro primo prodotto venne lanciato nell’ormai lontano 1993, forse un periodo troppo acerbo perche’ questo prodotto avesse successo.

In europa ha iniziato la sua diffusione nel 2014, quando il colosso nipponico si e’ interessato di questo mercato affidando in esclusiva alla casa costruttrice di ebike tedesca Hiabike il proprio motore, che ha caratterizzato fino al 2017 la gamma “Sduro”.

Come tutti i prodotti giapponesi é un prodotto molto affidabile, in grado di fornire ottime prestazioni e consumi ridotti.

Per il momento il prodotti sono completamente standardizzati e i centri assistenza non hanno la possibilita’ di utilizzare sistemi di diagnosi elettronici tramite la connessione delle ebike. Non ci sono aggiornamenti o personalizzazioni e la rete di assistenza è gestita dalla casa costruttrice delle biciclette e non direttamente da Yamaha.

Il motori utilizzati per equipaggiare le eMTB sono il PW, il PW SE e il PW X. Tra di loro non c’è compatibilitá ma i produttori di biciclette scelgono come attrezzare i propri veicoli per quanto riguarda motore, batteria e display (a oggi, solo Giant ha deciso di impiegare una diversa batteria e display).

E’ un motore che permette l’utilizzo della guarnitura con doppia corona, che, rispetto ad altri sistemi, permette di raddoppiare il numero di rapporti del cambio.

 

Shimano

E’ sicuramente il marchio che ha più esperienza nel settore delle due ruote a pedali, essendo il più importante produttore mondiale di componenti per biciclette.

Il primo motore centrale per un utilizzo su city bike è stato presentato nel 2014, mentre il primo motore per eMTB è stato presentato al festival di Riva del Garda nel 2016.

Quest’ultimo motore (Shimano Steps e8000) è attualmente il motore con dimensioni e peso minori e offre la possibilitá ai costruttori di biciclette di pesonalizzare la tipologia di batterie con le quali equipaggiare la propria gamma di ebike.

Il display e’ molto compatto e a colori. Va a posizionarsi sotto il manubrio, a fianco della serie sterzo e offre una connessione via Bluthoot con telefono cellulare. Attraverso una apposita APP “Shimano eTube” infatti, e’ possibile effettuare alcune personalizzazioni del sistema di assistenza. I centri Shimano Steps hanno un programa di diagnosi attraverso il quale si possono analizzare ed aggiornare anche singolarmente i vari componenti

 

Brose

Brose é una azienda tedesca che si dedica alla produzione di motori elettrici per il settore automotive. Un quinto delle autovetture prodotte nel mondo hanno motori elettrici Brose al proprio interno.

La prima produzione di motori elettrici per biciclette risale al 2014.

Brose viene definito un sistema aperto poiché permette personalizzazioni del sistema con batterie, display e software di terzi produttori. Sul mercato si possono quindi trovare diversi prodotti finiti con caratteristiche anche molto diverse tra loro.

E’ stato il primo marchio a presentare prodotti con batteria integrata.

A livello meccanico si differenzia dagli altri marchi per la trasmissione a cinghia dentata (e non ad ingranaggi) tra motore elettrico e movimento centrale, e questo offre al sistema una maggiore silenziositá durante il funzionamento.

 

 

Bosch

Yamaha

Shimano

Brose

Compatibilitá componenti dello stesso marchio

Si

No

Si

No

Personallizzazione batteria

No

Si

Si

Si

Diagnostica elettronica

Si

No

Si

Si

Personalizzazione livelli di assistenza

Si

No

Si

Solo con alcuni marchi di ebike

App per Smartphone

Solo con
display Nyon

No

Si

Solo con alcuni marchi di ebike

Predisposizione Doppia corona

No

Si

No

Si

Assistenza tecnica diretta

Si

No

Si

No

 

Non abbiamo trattato in questo articolo della potenza dei motori, misurati in watt (W) o Newton per metro (N m): i dati forniti dalle aziende derivano dalle verifiche dei propri sistemi con diversi metodi di misurazione. Ad oggi non esiste una comparativa univoca che permetta un confronto oggettivo.

Ogni persona alla ricerca della propria ebike dovrebbe avere la possibilitá di provare i diversi motori per capire quale risponda meglio alle sue esigenze e lo soddisfi maggiormente sia a livello di prestazioni che a livello di praticitá ed estetica del prodotto ebike finito.

Elio

Ruota Libera Brescia