Solo Enduro - la casa degli Enduristi italiani

sei in:  notizie  |  TRANSANATOLIA RALLY 2018

TRANSANATOLIA RALLY 2018

MAURIZIO GERINI VINCE LA SUA PRIMA TAPPA OGGI

pubblicato


TRANSANATOLIA RALLY 2018 MAURIZIO GERINI VINCE LA SUA PRIMA TAPPA OGGI

Izmir – La quarta tappa del Transanatolia Rally 2018 porta il sigillo dell'italiano Maurizio Gerini. Il pilota ligure su Husqvarna ha firmato la sua prima vittoria in questo rally e lo ha fatto in una tappa che davvero ha impegnato tutti i partecipanti, sotto il punto di vista fisico e meccanico. Stamattina nella prima prova speciale il più veloce era stato Joan Pedrero (Ktm) partito - dalla seconda posizione dopo la vittoria ieri della tappa di Marc Solà (Ktm) - con la chiara intenzione di riprendersi la prima piazza assoluta della classifica di gara. Secondo chiudeva Solà per 32” e Gerini era terzo a soli 10” da Solà.

Ma è stata la seconda prova speciale quella decisiva perchè quando Gerini è arrivato al traguardo con sua grande sorpresa ha scoperto di essere il primo. “Non ho visto gli altri e non riesco a capire dove possano aver sbagliato” diceva il ligure all'arrivo e solo dopo più di cinque minuti sono arrivati Solà e Pedrero insieme. 7'28” il distacco dell'italiano su Pedrero e ben 9'20” sul pilota di Barcellona. Un errore di navigazione per Pedrero e un rischio enorme invece per Solà come raccontava lui stesso ancora con il batticuore: “Era una speciale magnifica – diceva Solà – ma molto dura, ricca di discese, salite e tornanti e i freni sono stati messi a dura prova.

Quando sono arrivato in una curva veloce con un precipizio davanti ho frenato ma non c'è stata alcuna reazione. Allora mi sono buttato giù dalla moto che ha proseguito finendo di sotto in un burrone”. Dopo lo scampato pericolo Solà ha recuperato la moto e l'ha rimessa in strada ma ovviamente ha pagato caro, in termini di minuti, il fattaccio. Nell'ultima speciale Gerini non ha aspettato la reazione dei suoi avversari: è partito veloce e ha tenuto il ritmo dei primi.

Pedrero è stato il più veloce su Solà per 1'07” e su Gerini di 2'16”. Il risultato sanciva però il successo del ligure che guadagna qualcosina nella classifica generale dove Pedrero è tornato al comando ma con soli 43” su Solà e 26'09” su Gerini. Fra le auto continua il dominio di Gurpinar-Metin su Suzuki Vitara primi nella classifica assoluta mentre la tappa è andata a Ylmaz-Demirbay Eristi, su Jeep Cherokee. Prosegue alla grande la corsa di Astori-Tarricone su SSV Yamaha primi anche oggi di categoria su Rampino-Guglielmi.

Domani quinta tappa da Karaman a Isparta e un totale di 359 chilometri. Per la prima volta le prove speciali domani saranno quattro: una prima da 57,8 km, seguita da una da 70,6 e altre due da 47,5 e 36,6 km.

Elisabetta Caracciolo