Solo Enduro - la casa degli Enduristi italiani

sei in:  notizie  |  IL CER CONTINUA NELLA SUA LOTTA PER I NOSTRI DIRITTI

IL CER CONTINUA NELLA SUA LOTTA PER I NOSTRI DIRITTI

Comitato escursionisti su ruote, verbale della riunione di fine febbraio

pubblicato


Riunione CER Bologna del 28/2/2018
Ieri sera si è tenuta la riunione annuale della sezione del CER Bologna, come di consuetudine eravamo ospiti del Gruppo Motociclistico AVIS, che ringraziamo, in particolare l’amico endurista Marco Degan.
Sua l’introduzione della serata, con invito a tutti i tesserati ad essere più sensibili e attenti alla necessità di donatori di sangue. La collaborazione con Avis ed il suo Gruppo Motociclistico proseguirà anche nel 2018 con questo reciproco “scambio” di visibilità delle proprie attività.
Circa 70 i presenti in sala, tra i quali uan delegazione (Pres. Vice Pres. e Segretario) del CER Veneto ed un rappresentante del Motoclub Bergamo interessato al funzionamento e ai contenuti del CER.

Dopo Marco, ha preso la parola il Pres. del CER Luca Giaroli, che anche quest’anno ci ha illustrato le novità e gli aggiornamenti dalla Regione e da Roma. Come molti sapranno e come era prevedibile e annunciato, il CAI lo scorso anno ha presentato una proposta di modifica alla classificazione dei sentieri collegata ad un emendamento che la Commissione Trasporti in Parlamento stava discutendo. Alla fine, il risultato per noi è stato molto positivo: FMI ha saputo spiegare civilmente i nostri diritti ma anche le incognite e i danni che una tale proposta avrebbe portato a tante categorie oltre alla nostra (unico e vero obiettivo del CAI).
Quindi un elogio a FMI per l’ottimo lavoro svolto, ma anche un elogio al CER che ha indicato la “via” con la legge REER, presa infatti come esempio in questa difesa.


Il Presidente ha poi parlato di un caso di intolleranza verso di noi da parte del comune di Quattro Castella (RE), che in anni precedenti alla costituzione del CER, emanò una ordinanza per chiudere tutti i sentieri e le strade ai mezzi motorizzati. Un tentativo che anche oggi sta prendendo forma nel nostro Comune di Castel d’Aiano. Il paragone ha mostrato ai presenti come sia fondamentale essere rappresentati da qualcuno che abbia un peso: in quel caso si fece ricorso al TAR , con esito positivo.
Se a Quattro Castella il gruppo di Enduristi residenti fu rappresentato con successo dal Motoclub Crostolo, qui la nostra eventuale causa verso il Sindaco di Castel d’Aiano, sarà appoggiata in pieno dal CER (regionale), ed affiancato dal Coordinatore Regionale FMI Luigi Battoglia (non- chè vice Pres. del CER).


Nella malaugurata ipotesi che il progetto del Sindaco,( applicare dei nuovi cartelli di divieto ai mezzi motorizzati in nome delle PMPF regolamento regionale delle Prescrizioni di Massima di Polizia Forestale), in tutto il territorio di Castel d’Aiano vada avanti, sarà necessario intervenire legalmente per contrastare un pericoloso precedente che potrebbe innescare un fenomeno di “emulazione” anche in altri Comuni. Ricordiamo a tutti che le PMPF sono un regolamento del 1998 e non una legge, che sono in netto contrasto con il Codice della Strada e soprattutto sono sovrastate dalla Legge REER del 2013.
Su questo argomento sono state fatte diverse domande dai partecipanti, sul quale apriremo una parentesi approfondita vista la quantità di richieste su come comportarsi in caso si venga fermati dai CC-Forestali, dalla Polizia Provinciale nonchè da Guardie o Corpi di Volontari (tipo GEV), questi ultimi, anticipiamo, non hanno alcun potere di Pubblico Ufficiale, nel richiedere i nostri documenti.
Il Presidente poi ha chiuso dando spiegazioni per la mancata festa del CER del 2017, presa in carico dalla sezione di Piacenza e in programma in Primavera. Purtroppo rinviata a causa dell’emergenza incendi dello scorso anno, dove proprio la zona richiesta per la festa è stata la più colpita. Riprogrammata per Ottobre, si è deciso poi di annullarla causa maltempo. Inoltre, proprio in concomitanza con le decisioni a Roma della Commissione Trasporti, non ce la siamo sentita di organizzare una due giorni in una situazione di terreno molto bagnato. Avrebbe offerto una motivazione in più (oltre- tutto plausibile) ai nostri detrattori.
La data della Festa CER 2018 sarà comunicata entro due mesi.

L’argomento “Castel d’Aiano” ha introdotto il discorso di Aberto Gambarini, che ha invitato tutti ad aderire alla di raccolta nominativi di persone disponibili che vogliano dare un libero contributo per le eventuali spese legali che il CER dovrà sostenere nel caso dovessero “spuntare” i cartelli di divieto e si dovesse fare ricorso al TAR. Chiediamo a tutti di tenere gli occhi aperti e di segnalarceli appena qualcuno dovesse vederli. Saranno cartelli col logo del comune di Castel d’Aiano, con un segnale di divieto di accesso e una dicitura che fa riferimento alle PMPF. L’avvio della sottoscrizione (con bonifico al CER regionale) verrà comunicata a chi ha dato la disponibilità ieri sera e chi vorrà darla successivamente contattandoci. Poi Gamba ha richiesto più attenzione al montaggio della targa originale.
Nonostante i tempi, e la relativa libertà di cui godiamo nella nostra regione, ha notato che esistono ancora enduristi che girano con fotocopie, targa appesa allo zaino o, peggio, senza esporre nulla.
La targa originale montata in maniera fissa e stabile sta diventando il nostro più grande alleato nella difesa dei nostri diritti. Non possiamo approfittare della legge che ci consente di girare a testa alta andando contro ad essa girando non in regola. La legalità rimane sempre il nostro punto di forza, cerchiamo di rispettarla.
Alberto ha poi annunciato che presto confermeremo la prossima Cavalcata di Savigno. Dopo la precedente edizione, in occasione della Festa CER a Savigno, organizzeremo nuovamente la Cavalcata in collaborazione con un Motoclub locale che garantirà la continuità di questa manifestazione storica per l’enduro bolognese. Avrete presto notizie.
Chiude Patrizio Fiorini annunciando un accordo con Assicurazioni Vittoria, ag. 103 di Bologna, per un trattamento speciale ai tesserati. L’agenzia ha inviato una proposta per RC e Infortuni molto interessante, in particolare per i neo patentati.
Chiunque sia interessato potrà contattare direttamente l’agente Denis Bonsi al 348 6778769 bigbonz@hotmail.it
Altra possibilità per i soci CER Bologna in regola con targa montata: la stesura gratuita del ricorso in caso di verbale per le PMPF (o Forestale Toscana).
Argomento non trattato, purtroppo, è la manutenzione dei sentieri, che viste le ultime nevicate, e come tutti immagineranno, riprenderà appena la stagione permette.Tenetevi pronti che ci sarà molto da fare.

Si è conclusa la serata col tesseramento per i presenti, lcome sempre al costo di 20€. Possibilità di tesserarsi anche successivamente contattando Patrizio Fiorini mail:patriziofiorinicer@gmail.com, oppure sulla pagina FB CER Bologna, invieremo tutte le info e modulistica.