Solo Enduro - la casa degli Enduristi italiani

sei in:  notizie  |  EXTREME ENDURO

EXTREME ENDURO

GRAHAM JARVIS SUL PODIO DELLA 111 MEGAWATT

pubblicato


EXTREME ENDURO: GRAHAM JARVIS SUL PODIO DELLA 111 MEGAWATT

IL PILOTA ROCKSTAR ENERGY HUSQVARNA FACTORY RACING CHIUDE TERZO NELLA CLASSICA POLACCA SULLA SABBIA. SETTIMO BILLY BOLT

Tornato in azione dopo aver dominato all’ultima edizione del Romaniacs corsa in luglio, Graham Jarvis si è piazzato terzo nella 111 Megawatt, la più importante manifestazione di hard enduro polacca, che si corre all’interno di una enorme miniera di carbone. 

Dopo aver corso una qualificazione regolare, per garantirsi la prima fila nella finale di domenica, Jarvis ha iniziato il primo dei tre giri previsti nella top 10. Aumentando il suo passo e la sua velocità mentre la sabbia prosciugava le forze di tutti i piloti, Jarvis si è fatto strada verso la testa di gara. Superando avversari su avversari ad ogni giro, il veterano delle estreme ha tagliato il traguardo in terza posizione, a meno di 90 secondi dal vincitore. 

Alla sua prima volta in Polonia, il suo compagno di squadra nel team Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing Billy Bolt si è ben comportato negli impegnativi tre giri della manifestazione. Dopo che aveva occupato le posizioni di vertice per tutto il primo giro, un errore nella salita finale gli ha fatto perdere il ritmo, e con esso un posto nella top 4. Dopo aver impiegato un po’ di tempo per riprendersi, Billy si è rimesso all’attacco nell’ultimo giro, mancando per un soffio la sesta piazza finale e chiudendo così al settimo posto. 

Il team Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing si sposterà ora in Turchia per la Sea to Sky prevista il prossimo 28-30 settembre. 

Graham Jarvis: “Per me la terza posizione qui al Megawatt è buona. Non sono uno specialista della sabbia, per cui salire sul podio fa sempre piacere. La mia partenza non è stata fantastica: direi attorno alla decima posizione, per cui ho avuto il mio da fare nel primo giro per recuperare sui primi. Poi sono riuscito a prendere il ritmo, ma a quel punto purtroppo Jonny Walker e Mario Roman erano troppo lontani per riuscire a raggiungerli. Ma sono comunque soddisfatto. Ora non vedo l’ora di correre la Sea to Sky fra due settimane.” 

Billy Bolt: “Essendo la mia prima volta qui non sapevo bene cosa aspettarmi. Mi ero preparato molto per prendere confidenza con la sabbia, ma quando ci corri è sempre diverso. Credo che al primo giro sia andata bene, ero quarto prima dell’ultima salita, e a quel punto mi sono bloccato. Come tutti, del resto, ma a me è servito un tentativo in più per salire, e quello mi ha tagliato fuori dai giochi. Ho corso un brutto secondo giro, poi ho ritrovato la velocità nell’ultimo, recuperando un sacco di tempo. Ma mi sono divertito e ho imparato davvero molto." 


Risultati – Red Bull 111 Megawatt 
1. Jonny Walker (KTM) 2:22:21.66 
2. Mario Roman (Sherco) 2:22:32.51 
3. Graham Jarvis (Husqvarna) 2:23:59.59 
4. Alfredo Gomez (KTM) 2:24:35.46 
5. Manni Lettenbichler (KTM) 2:24:59.00
… 
7. Billy Bolt (Husqvarna) 2:35:14.97