Solo Enduro - la casa degli Enduristi italiani

DAKAR 2017

I "Rookies" se la vedranno con le star

pubblicato


I "Rookies" se la vedranno con le star

Issy les Moulineaux, 20 dicembre 2016

Punti chiave

82 dei veicoli previsti al via della Dakar, pari al 25% dello schieramento (51 moto, 10 quad, 13 auto e 4 SSV), saranno al debutto nella grande maratona sudamericana.

I "Rookies" dell'edizione 2016 si erano messi in mostra occupando le prime posizioni della classifica generale e vincendo prove speciali, come Kevin Benavides, Antoine Meo (moto), Sébastien Loeb e Mikko Hirvonen (auto). Cosa ci riserverà il 2017?

Il debutto alla Dakar è sia una conquista che un trampolino di lancio nel mondo cross-country.
La lista dei "Rookies" che potrebbero brillare in questa edizione 2017 è lunga.

“Il valore non si conta dal numero di anni”, ha detto Corneille al giovane Rodrigue nel Cid. Sebbene le cose siano diverse, l'osservazione vale anche per la Dakar, dove i nuovi arrivati spesso danno del filo da torcere ai veterani. Nel 2016 i debuttanti hanno trionfato con 5 piloti nella Top10 nella categoria moto (Benavides, Van Beveren, Meo, Brabec e Monleon), e 3 debuttanti di lusso che non hanno deluso le aspettative nelle auto ( Hirvonen, Loeb e Hunt).

Non sappiamo se i nuovi arrivati di questa edizione 2017 saranno altrettanto competitivi, ma scorrendo la lista degli iscritti sono diversi i piloti promettenti. Un esempio? Nelle moto, il 23enne messicano Ivan Ramirez ha guadagnato il suo ingresso al rally vincendo il Dakar Challenge Sonora Rally e si è distinto con un 14° posto nel rally del Marozzo. Adam Tomiczeck (17° in Morocco) a 22 anni ha tutte le carte in regola per unirsi al clan dei polacchi sulla Dakar. Dal Portogallo arriva invece Gonçalo Reis. L’argentino Franco Caimi potrebbe essere un altro pretendente dopo aver vinto il Dakar Challange Deasfío Ruta 40. Caimi cercherà di seguire i passi di Benavides.

Nella categoria auto, Khalid Al Qassimi sarà al volante della Peugeot DKR 2008 che ha portato lo scorso anno alla vittoria Stéphane Peterhansel. Con una macchina del genere e i suoi ottimi risultati in Morocco e Abu Dhabi (7°), il pilota degli emirati arabi merita attenzione.

Altro debuttante di lusso è la star americana Bryce Menzies, vincitore di 3 Bajas, che si cimenterà al volante della Mini John Cooper Works Rally. Toyota ha invece assoldato tra le sue file il due volte campione africano Rally Conrad Rautenbach. Anche Nicholas Fuchs arriva dai rally tradizionali. Il peruviano ha vinto il titolo WRC-2 nel 2013.

Per la maggior parte dei Rookies, l’obiettivo è finire il rally, una sfida riuscita a molti, sia che si tratti del francese Gregory Morat, l’inglese Kurt Burroughs, il brasiliano Richard Fliter (nelle moto), il boliviano Suany Martínez, l’argentino Carlos Salom (nelle auto) o il cinese Li Dongsheng (SSV).

L’impresa sarà arrivare a Buenos Aires dopo 9.000 km.

Maggiori informazioni su www.dakar.com