Solo Enduro - la casa degli Enduristi italiani

sei in:  notizie  |  Merzouga Rally

Merzouga Rally

Stage 3 TAPPA MARATHON

pubblicato


Colpo di scena al Merzouga Rally con il ritiro di Sunderland e Walkner

Meo vince la tappa con Medero-Ventaja i più veloci tra gli SSV

 
 
walknerss2

Sam Sunderland (KTM)

Stage 3 TAPPA MARATHON Liaison 25 km SS 153 km Liaison 209 km total 387 km

Il Merzouga Rally perde due dei suoi protagonisti: Sam Sunderland and Matthias Walkner. Il pilota inglese della KTM stava aprendo la pista quando è caduto al km 111 mentre stava attraversando il letto di un fiume. Nella caduta Sunderland ha riportato la frattura del femore destro e della clavicola sinistra. Meo e Walkner sono stati i primi a raggiungere il compagno di squadra, assistendolo sino all’arrivo dell’elicottero che lo ha trasportato alla clinica privata di Errachidia per tutti gli accertamenti del caso.

Meo e Walkner hanno poi continuato insieme sino alla fine della speciale, quando il campione del mondo Matthias Walkner, già malato da ieri, ha deciso di non proseguire verso il campo tendato nel deserto dove i concorrenti del MR trascorreranno la notte lontano dalle assistenze.

19-meo

Antoine Meo (KTM)

Meo si aggiudica la tappa odierna e guida la generale. Secondo all' arrivo Walkner davanti a Van Beveren, Svitko, Farres e Botturi.

L’americano Nathan Rafferty è stato il più veloce degli Expert, seguito da Bruno Martins e Christophe Braun.

desoultraitss2

Xavier De Soultrait (Yamaha)

Per quanto riguarda i quad, un’altra brella prova per gli spagnoli Marcos Echaniz and Fernandez Covadonga.

Negli SSV, i più veloci sono Medero-Ventaja savandi a Henrichy –Bersey, vincitori del MR, e Ibarz- Torne.

19-meo

Antoine Meo (KTM)

LA TAPPA Prima parte della tappa “Marathon”, questa terza prova ha una concezione completamente inedita, essendo costituita da una “breve” ma impegnativa speciale con gli attraversamenti dell’Erg Chebi e dello Snaguy, e da una liaison in fuoristrada di più di 200 km. Per la prima volta – inoltre - il road book è stato consegnato solo un’ora prima della partenza. Nella Tappa Marathon vige regime di Parco Chiuso con la possibilità di lavorare sui veicoli per soli 15 minuti al mattino successivo.

16

Stefan Svitko (KTM)

Antoine Meo (KTM): “E’ stata una speciale varia e spettacolare con dune, attraversamenti di fiumi, canyon e una trialera impegnativa. La navigazione è stata particolarmente difficile nella prima parte caratterizzata da tanti chilometri in fuori pista. Passato il CP1 sono invece riuscito a riprendere Sam (Sunderland) e Matthias (Walkner). Eravamo dietro Sam quando è caduto e siamo rimasti con lui sino all’arrivo dell’elicottero. L’incidente di Sam ci ha fatto perdere la concentrazione, ma sono comunque riuscito a chiudere senza commettere grossi errori. Mi dispiace molto per Sam, spero recuperi quanto prima”.

83

Nathan Rafferty

Matthias Walkner (KTM):“Non stavo bene questa mattina quando sono partito e la situazione è andata via via peggiorando. Conclusa la speciale non avevo la concentrazione per continuare. Ho preferito non prendere rischi ulteriori e rientrare al paddock. Un vero peccato, mi stavo divertendo molto, ma credo sia stata la decisione migliore. Spero che Sam si rimetta in fretta”.

201 ss3

Henrichy-Bersey (AT4R)

Xavier de Soultrait (Yamaha Racing): “La tappa era varia e bellissima da un punto di vista paesaggistico. Mi è piaciuto molto l’idea della consegna dei road book al mattino. Giorno dopo giorno sto prendendo sempre più confidenza con la navigazione e sono soddisfatto”.

Henrichy- Bersey (AT4R): “Semplicemente magnifico. Una speciale varia e spettacolare e soprattutto molto divertente da guidare. Siamo riusciti a guadagnare ancora margine sugli avversari e domani puntiamo a ripeterci”.


 

Clicca qui per i 
RESULTI