Solo Enduro - la casa degli Enduristi italiani

sei in:  notizie  |  Merzouga Rally 2015

Merzouga Rally 2015

Matthias Walkner si aggiudica la seconda tappa

pubblicato


Matthias Walkner si aggiudica la seconda tappa

Successo del duo Henrichy-Bersey (AT4R) tra gli SSV. Bella prova per Tonetti – Dominella, terzi.

Rivivi le emozioni della prima speciale vinta da Sam Sunderland. Guarda il video

Stage 2 Liaison 22 km SS 163 km Liaison 40 km - 225 km in totale

Dopo un breve trasferimento sull’antica pista della Dakar, una spettacolare trialera in salita di 500 mt ha caratterizzato la partenza di questa tappa inedita sul plateau di Boudnib. Si è trattato di una speciale nuova all’insegna della navigazione, del divertimento e della guida tecnica con un percorso comune per Pro e Expert. I tratti in fuori pista, in zone vergini, hanno rappresentato una sfida ulteriore per i primi, a partire da Sam Sunderland che oggi apriva la pista.

Continua il dominio dei piloti KTM con Matthias Walkner che si è aggiudicato la tappa odierna davanti al compagno di squadra Sam Sunderland e Antoine Meo. Alessandro Botturi, primo pilota Yamaha ha chiuso quarto, quinto Stefan Svitko.

Per quanto riguarda la categoria SSV, i francesi Henrichy – Bersey (AT4R) si sono aggiudicati la tappa odierna davanti al duo Los Amigos Abel- Manez. Ottima prova per gli italiani Tonetti – Dominella, terzi. Come successo nelle moto, gli equipaggi SSV che hanno privilegiato la navigazione sono stati ripagati da un bel risultato nella classifica generale.

Il MR non è pensato solo per i Pro. Da sempre un’attenzione speciale è riservata agli amatori con la possibilità di partecipare nella categoria Rally Lite che prevede l’utilizzo di una semplice moto di serie attrezzata per la navigazione. Anche la divisione del percorso tra Pro ed Expert è una formula studiata per permettere agli amatori di affrontare un percorso meno impegnativo. Tra i piloti iscritti nella categoria Rally Lite, anche il catalano Angel Leal, unico pilota in sella ad una Sherco 450 SEF.

Matthias Walkner (KTM): “Che spettacolo la salita iniziale! Da zero a cento ci siamo arrampicati sino in vetta alla collina. É stato un inizio molto impegnativo che richiedeva tecnica ma anche tanta forza fisica. Ero stanco così ho preferito non spingere e concentrarmi sulla navigazione. Tre piccoli errori non hanno compromesso il risultato finale”.

Antoine Meo (KTM): “Non è stato facile individuare le traiettorie migliori per affrontare la trialera iniziale. Salire con la moto da rally ha complicato l’impresa! Sto ancora imparando, soprattutto la navigazione. Ieri me la sono cavata molto bene sulle dune, oggi invece mi sono trovato un po’ perso due chilometri dopo la salita. Non c’erano tracce ed ero indeciso sulla direzione da seguire. Per fortuna è arrivato Matthias (Walkner) e abbiamo proseguito insieme sino alla fine”.

Alessandro Botturi (Yamaha): “Le extreme su terreno roccioso sono la mia specialità, Oggi ho spinto un po’ troppo e sono caduto, ma non ho perso molto tempo. In generale però è stata una bella speciale e mi sono divertito. Sono contento del risultato odierno”.

Laia Sanz (KTM): “Ho fatto un errore al km 19 e ho perso tempo importante. É un peccato perché stavo facendo una bella gara e potevo puntare ad un risultato migliore”.

Dany Philippaerts (Beta): “Sono tornato nel “rally mode” ed è oggi è andata molto meglio. Dopo un anno impegnato nel Mondiale Enduro ieri è stata una sorta di prova generale per riadattarmi alla navigazione con roadbook”.

Angel Leal (Sherco): “Sto correndo il MR con una Sherco 450 SEF nella categoria Rally Lite. É una moto di serie con l’aggiunta della strumentazione necessaria per navigare, oltre ad una revisione delle sospensioni. La categoria Lite consente di correre con un budget ridotto. É un’ottima formula che permette ad un maggior numero di amatori di avvicinarsi ai Rally raid”.

Henrichy – Bersey (AT4R): “Ci siamo concentrati sulla navigazione a discapito della velocità. La strategia ha pagato e sono soddisfatto della vittoria di tappa odierna”.

Ibarz – Torne (Enjoy Quads): “Abbiamo affrontato la trialera e le piste rocciose senza particolari difficoltà, riducendo la velocità e privilegiando la navigazione. Sicuramente una speciale impegnativa, ma molto divertente”.

Medero – Ventaja (Delfi Sport): “Un problema elettrico riscontrato durante il trasferimento ci ha impedito di prendere il via. Un vero peccato, ma domani torniamo all’attacco!”

Merzouga Rally

 

PS: Soloenduro si scusa con i propri lettori, ma il resoconto della prima tappa del Merzouga Rally non è stato pubblicato perchè non pervenuto