Solo Enduro - la casa degli Enduristi italiani

sei in:  notizie  |  WEC Francia Day1

WEC Francia Day1

McCANNEY Campione Junior !

pubblicato


Pela Renet incornicia la sua autorità già dal primo giorno nel Maxxis FIM Enduro World Championship GP AMV di Francia con una vittoria. L’inglese Daniel MCCANNEY si incorona Campione del Mondo d’Enduro Junior.

Nella E1 Christophe Nambotin, KTM (F), nonostante una caduta nell’ultimo cross test, ha dominato la sua classe, mandando in delirio il pubblico di casa. Nambotin a fine gara dirà: “Spettacolare vedere un tifo così nelle prove speciali è incredibile.” Il podio interamente francese con Jeremy Tarroux (Sherco) al secondo posto e al terzo il compagno di squadra Antonio BOISSIERE ad appena otto secondi, Marc BOURGEOIS (Yamaha) non sale sul podio per un solo secondo ed il finlandese Eero REMES (TM) si deve accontentare del quinto posto.

Nonostante il titolo iridato già vinto nel GP d’Italia Pela Renet (Husqvarna) non ha certo mollato la sua grinta, vincendo così la prima giornata del GP di Francia. “Oggi mi sono divertito a correre davanti ai miei tifosi, sul percorso c’erano tifosi ovunque e l’affetto che mi hanno dimostrato mi ha caricato.”

Alex Salvini (Honda), il vincitore del super test di venerdì, non ha potuto far nulla contro un fortissimo Renet e si è dovuto accontentare di una seconda posizione. Buona prestazione, la migliore fino a questo punto, per il francese Romain Dumontier (Yamaha), lo spagnolo Oriol MENA (Beta) non sale sul podio per soli tre secondi e l’altro spagnolo Lorenzo Santolino (Sherco) ha completato la top five della E2.

Dopo l’infortunio subito durante la tappa italianna del WEC, l’australiano Matt PHILLIPS (KTM) rimane in testa alla classifica della E3 e vedremo la vittoria di classe solo domani, di sicuro in una combattutissima giornata. “L’importante era vincere oggi, ci dice PHILLIPS, il piede mi faceva male e ho stretto i denti per arrivare alla fine davanti ai miei avversari e la vittoria odierna ha un poco allentato dolore e pressione psicologica. Ora si gioca tutto domani e farò il possibile per diventare campione del mondo.”  Cervantes (S) si è dovuto accontentare della seconda posizione di giornata, Fabien Planet (Sherco) terzo, quarto ad un solo secondo l’estone Aigar Leok (TM) quarto e il finlandese Matti Seistola (Sherco) quinto.

Grande festa in casa BETA del Team Boano per la vittoria del titolo mondiale di Danny McCANNEY che sale sul podio davanti a Giacomo Redondi (I) sempre su BETA. McCANNEY , aggiunge questo  titolo a quelli di Super Enduro e Enduro junior 2013, anno in cui è stato il più giovane pilota junior ad aver vinto in entrambe le discipline. “Sono stati due anni di duro lavoro, ma grazie al Team e alla mia BETA ho potuto incorniciare il mio sogno di vincere questo titolo mondiale.” Nella giornata di oggi Loic LARRIEU (F-Husqvarna) vince la categoria Junior, McCANNEY secondo e Redondi trezo, Alessandro Batig (Honda) quarto e lo svedese Oliver nelson (KTM) chiudi la top five.

Nella Youth Cop 125 il britannico Brad FREEMAN (KTM) è stata la grande sorpresa della giornata che battendo il cileno Benjamin HERRERA (TM) ottiene una vittoria incredibile, terzo lo svedese Jesper BORJERSSON (Husqvarna). Nella battaglia per il tutolo mondiale lo svedese Albin ELOWSON (Husqvarna) arrivando quarto tiene in vita le speranze battendo Davide Soreca (I) giunto quinto.

Raccogliendo la sua sesta vittoria nel campionato la spagnola Laia SANZ (Honda) si avvicina sempre più al suo terzo titolo mondiale nella classe Woman. Impossibile resistere al ritmo di gara della Sanz , per l’inglese Jane DANIELS (Husqvarna) che ha chiuso la sua giornata al secondo posto e con Australia Jessica GARDINER (Sherco) al terzo.

CLICCA QUI PER CLASSIFICHE COMPLETE DELLA GIORNATA