Solo Enduro - la casa degli Enduristi italiani

sei in:  notizie  |  MINIENDURO: PARTITO IL COUNTDOWN

MINIENDURO: PARTITO IL COUNTDOWN

PER L’ULTIMO ATTO 2014

pubblicato


Dopo il successo della trasferta di Bergamo, il tricolore MiniEnduro punta il navigatore verso Orvinio (RI) per affrontare l’atto decisivo della stagione.

Ci eravamo lasciati lo scorso 1 e 2 giugno con la prima di campionato che ha visto scendere in campo gli atleti del tricolore MiniEnduro tra le meravigliose cime di Schilpario. Freddo e pioggia avevano accompagnato la trasferta bergamasca, mettendo non poco in difficoltà i nostri piccoli atleti, che però, manopola alla mano e casco ben allacciato, hanno dimostrato tutto il loro carattere di piccoli cavalieri dalle due ruote tassellate.

Il fine settimana targato MiniEnduro aveva visto al via anche la nuova formula delle tre prove in due giorni, rivelatasi vincente. I piccoli campioni si sono cimentati “come i grandi” nell’assistenza e nel cambio gomme dopo gara1 e gara2, prima di riportare la moto in parco chiuso. Tutto era filato liscio e i nostri atleti in miniatura si sono dimostrati davvero all’altezza della situazione, seguiti anche da due grandi piloti di esperienza come Mario Rinaldi, nelle vesti di Presidente di Giuria, e Gionni Fossati, Responsabile di Percorso, che hanno saputo supportare ed aiutare queste piccole pesti dell’Enduro italiano.

Archiviata la prima tappa, tutto è pronto per affrontare la seconda ed ultima trasferta stagionale. Stesso copione, ma località differente; ad ospitare il tricolore MiniEnduro sabato 12 e domenica 13 luglio sarà Orvinio, piccolo e grazioso paese nell’entroterra laziale, in provincia di Rieti. Alla regia il Motoclub Milani, che tra i suoi tesserati più illustri più vantare un certo… Tony Cairoli #222! Il Club, diretto da Tania e Paolo Milani, si cimenterà questo weekend con il tricolore MiniEnduro in una due giorni che decreterà i campioni italiani di specialità.

Sabato mattina, si apriranno le danze con le consuete verifiche, che si svolgeranno dalle 9.00 alle 12.00, mentre lo start ufficiale della manifestazione sarà alle ore 13.00, quando prenderà via Gara1. Domenica mattina alle ore 8.00 al via Gara2, mentre alle ore 13.00 andrà in scena l’ultimo atto della stagione 2014.

Due le prove speciali da affrontare, un Cross Test lungo circa 2km e mezzo e predisposto a ridosso di una collina, e un Enduro Test, caratterizzato da una prima parte nel sottobosco e una seconda parte su un prato, per un totale di 3 km circa. L’intero tracciato, e l’intera manifestazione, si sviluppa all’interno delle Fattorie del Marchese Malvezzi Campeggi, che per l’occasione ha messo a disposizione i propri terreni.

Passando alla situazione in campionato, nella classe riservata ai Baby la situazione è davvero apertissima: infatti al primo posto troviamo ben tre piloti, tutti con 52 punti, conquistati grazie a una vittoria, un secondo ed un terzo posto nelle tre prove precedenti. A condividere la vetta del podio Matteo Luigi Russi, Pietro De Giacomi e Joele Faccio, entrambi su Ktm 65 2t.

Nella Esordienti situazione completamente diversa; sul gradino centrale podio c’è un solo pilota, Filippo Colarusso (KTM 85 2T), che guida la categoria con un punteggio pieno di 60 punti. Alle sue spalle lo seguono Daniele Del Bono (KTM 85 2T), secondo a 47 punti, Danny Bastianon (KTM 85 2T) e Gaetano Cassibba (KTM 85 2T), terzi a 43 punti.

Bottino pieno anche nella Aspiranti 50, dove al comando troviamo Giovanni Bonazzi (Beta 50 2t). Seconda posizione per Pietro Freno (Suzuki Valenti 50 2t), a sole nove lunghezze dalla vetta, mentre il gradino più basso del podio è occupato da Francesco Servalli (KTM 50 2T).

Manolo Morettini su TM 85 2T è il leader dell’Aspiranti 85, primo con 54 punti. Con 48 e 43 punti completano il podio Mattia Guadagnini e Nicolò Rumi, entrambi su KTM 85 2T, che a Orvinio cercheranno certamente di strappare la testa della classifica a Morettini.

Non sarà presente a Orvinio Lemuel Pozzi, protagonista a Schilpario di un brutto incidente. In una banale caduta proprio all’ultimo giro, la mano di Lemuel era rimasta incastrata nel disco del freno della sua moto, procurandogli la perdita di parte di due dita. Sul posto sono intervenuti subito i soccorritori, ai quali ha fatto seguito l’eliambulanza che ha portato il ragazzo presso l’ospedale San Giuseppe di Milano. Operato d’urgenza, Lemuel aveva reagito bene in un primo momento al delicato intervento, ma dopo una settimana circa, i medici sono stati costretti ad intervenire nuovamente, esportandogli completamente il dito medio. Segnali positivi arriva invece dall’indice, ora in fase di guarigione.

Lemuel ora dovrà stare a riposto un po’ di tempo, ma non vede l’ora di salire nuovamente in sella!

Monica Mori - Ufficio Stampa MaxiM