Solo Enduro - la casa degli Enduristi italiani

sei in:  notizie  |  Soloenduro: Intervista ad Alessandro Botturi

Soloenduro: Intervista ad Alessandro Botturi

pubblicato


Appuntamento alle 18,00 a Lumezzane, Ale mi ha detto al telefono che deve farmi vedere qualcosa.

Arrivo con mezzora di anticipo, mi metto comodo in auto e ascolto musica alla radio. Mio figlio ed un suo amichetto sono con me, non capita tutti i giorni di vedere un gran campione ed ai giovani si sa, bisogna far notare degli esempi molto positivi; Ale è uno di questi e loro trepidano per vederlo.

Nello specchietto retrovisore riconosco il furgone di Botturi che si avvicina.

" Ciao Ale come va? " " Bene bene Enzo, sono carico e veramente contento " e con sguardo ammiccante continua:" Vieni che ti faccio vedere che ho sul furgone."

Alessandro apre il portellone e dentro c’è una moto, mentre la scarica mi dice:" Scusa se sono sudato, ma arrivo dal campo di allenamento ed anche la moto non è pulita ma voglio che tu la veda. "

" Che moto è BMW?.. Husqvarna? ", lo osservo un po' interdetto ed aspetto che mi illumini.

" No è una Speedbrain! sono le  xxxxxx che Speed ha ritirato e immatricolato con il proprio marchio. Le moto hanno subito uno step migliorativo sulla ciclistica e motore, i tecnici hanno lavorato specialmente sull'affidabilità e il lavoro fatto è veramente ottimo."

" Allora alla prossima Dakar avrai una moto ufficiale! "

" Si, moto ufficiale e in più sarò capitano del mio gruppo, per me una grande soddisfazione, dopo tanto impegno finalmente una gratificazione. Ho dato anima e corpo nell’impegno e finalmente arrivano i frutti. 

L’anno scorso sono salito sulla mia moto solamente a Lima. Ho potuto familiarizzare con il mezzo solo alla partenza della Dakar. Le vicissitudini che tutti purtroppo sappiamo, mi hanno impedito di arrivare alla gara Sudamericana con una preparazione adeguata. Perciò quest’anno le cose cambieranno. Ho finalmente a tempo debito la moto gemella a quella da gara per potermi allenare come si deve e per sentirla mia."

" Speedbrain quest’anno metterà in campo due team, giusto? "

Si, Speed avrà due team, uno Honda con Barreda e Goncalves e l’altro con la Moto Speedbrain. Quest'ultimo sarà composto a sua volta da due gruppi: uno con Salvaterra e Paolo Ceci, l’altro composto da me ed il portoghese Oliveira, credo sia in arrivo anche un quinto pilota. Con Paolo non avrò certo problemi di ambientazione, visto che è stato lui a insegnarmi molte cose, specialmente sulla navigazione, e non credo nemmeno avrò problemi con gli altri piloti, dato che ci conosciamo ormai bene. Da parte mia ci sto mettendo e metterò il massimo impegno, in allenamento e in professionalità per presentarmi al massimo a questo appuntamento. "

" Prossimi impegni prima della Dakar? "

" La prima uscita ufficiale in una gara con la nuova moto sarà in Turchia, a Settembre, e precisamente al Transanatolia, poi il rally del marocco e Merzouga. "

Ci prendiamo un po' in giro su un argomento che entrambi conosciamo benissimo, ma la domanda ufficiale è d'obbligo:

" Andrai in Turchia?! "

" Si parteciperò al Rally di Transanatolia con il Team di Soloenduro e avrò come compagni d'avventura Fernandez Barajas e Livio Metelli,  piloti utenti del Forum di Soloenduro. Sarà un buon campo di prova e d’allenamento… e poi lo sai benissimo perché ci sarai anche tu, o hai già cambiato idea forse? "

"No no, per carità, anzi non vedo l'ora. Io però parteciperò come giornalista, ci vedremo la sera sotto il tendone di Evasioni, dove il clima sarà più familiare e ci scambieremo un po' più in scioltezza le sensazioni della giornata appena trascorsa. Torniamo a te, anche il Merzouga sarà un buon banco prova.."

" Si, anche le dune dell’Erg Kebby saranno un buon allenamento per arrivare alla Dakar in buono stato."

" Guardavo giorni fa i team iscritti alla prossima Dakar, sarà veramente agguerrita! Ci saranno squadre importanti a darsi battaglia. "

" Beh, ci saranno squadre ufficiali di tutto rispetto: KTM, Yamaha, Honda, ma non ci faremo intimorire da nessuno. Io parto non da favorito e questo mi permette di essere sereno, di affrontare gli appuntamenti con lucidità e tranquillità, anche se ovviamente dentro di me la meta è di arrivare più in alto possibile e farò di tutto per emozionare il pubblico e tifosi italiani.

" Ale, per scaramanzia non dico nulla. Accendi la moto e fammi sentire come canta, dai……."

"Ok, ti accontento, l’accendo" (brom..brom...broooorororooooom!!).

Il motore rimbomba secco tra le case. Mi guardo attorno un po' intimorito...

" Ok ok ok, può bastare, sennò quì fra un po' ci mandano via"

" No, tranquillo, sono anni che, per così dire, mi sopportano" sorride "... in realtà mi vogliono un gran bene e li ringrazio"

Ci vediamo in Turchia allora."

" Certamente! Ci si vede al Transanatolia. Un caro saluto a tutti gli amici di Soloenduro, che sono certo hanno già in serbo un fantastico tifo per me per i giorni di gara e la cosa mi carica ancor di più. A presto "

 

Enzo Danesi
Soloenduro.it