Solo Enduro - la casa degli Enduristi italiani

sei in:  notizie  |  Team R.S.Moto Husqvarna Italia

Team R.S.Moto Husqvarna Italia

Intervista a Simone Agazzi

pubblicato


Intervista a Simone Agazzi

In questo periodo si sta parlando molto di Husqvarna, si discute di dove e come questo marchio storico si possa collocare senza perdere quell’alone di unicità ed identità che ha acquisito in 110 anni di storia!

Ho avuto il piacere di parlare con Simone Agazzi, Team Manager di Husqvarna Italia, per capire quanto questa autonomia possa essere concretizzata. Devo precisare una cosa però, il lavoro di Paolo Carrubba è stato, è, e spero sarà anche per il futuro determinante per questa nuova realtà. Che dir si voglia Husqvarna è un marchio che non avrà mai un “padrone”, proprietario forse si e la sua storia ne può dare conferma.

Azienda passata in mani diverse, nazionalità diverse, ma che sempre ha mantenuto un suo carattere, anche quando BMW impose i propri modelli a fregiarsi della grande H, quei modelli che hanno contribuito al declino. Credo che Husqvarna, ora, dopo il passaggio di proprietà a Pierer, possa rialzare la testa e che quindi, partendo da un progetto ben collaudato come quello di Husaberg, stia per intraprendere la propria strada.

Partendo da questa precisazione personale, iniziamo l’intervista a Simone Agazzi.

 

Soloenduro: R.S.Moto Team ufficiale Husqvarna Italia, grande soddisfazione per te.

Simone Agazzi: Si Enzo, veramente una grande soddisfazione, la nuova identità si chiamerà "Team R.S. Moto Husqvarna Italia". Per noi in questi anni è stato un continuo crescere. Cominciammo nel 2007 con Gualtiero Brissoni e Aprilia vincendo il Campionato Italiano Major, vittoria bissata anche nel 2008 e nel 2009 con Surini sempre con Aprilia. Nel 2010 il passaggio in Husqvarna e la partecipazione al Campionato Europeo oltre che agli Assoluti d’Italia con Gerini. L’anno successivo per sostenere in maniera adeguata le trasferte, arrivò Stefano Passeri come coordinatore sportivo che, insieme all'acquisto di un camion officina da 12mt, ci permise di potenziare notevolmente la struttura del team sotto ogni profilo.

Nel 2012 abbiamo corso con due piloti ufficiali, Maurizio Facchin e Massimo Magni. Nel 2013 con l’arrivo del pilota russo Dimitri Parshin approdammo anche alla conquista del terzo posto nella classifica stranieri negli Assoluti d’Italia. Negli anni passati abbiamo fatto anche qualche gara del Mondiale ma in maniera sporadica, mai continuativa ed abbiamo partecipato anche a gare di livello internazionale, come l’Xtreme di Lumezzane e l’Indoor di Genova.

Soloenduro:  Per il 2014 quali programmi avete?

Simone Agazzi: Il 2014 ci vedrà impegnati su più fronti e in maniera costante, RS Moto seguirà per gli Assoluti d’Italia i propri piloti Monni, Belotti, Gerini ma anche Oldrati, pilota ufficiale Husqvarna factory. Per quanto riguarda il Mondiale invece ci sarà un interscambio di forze. Husqvarna darà assistenza anche a Monni oltre che al proprio pilota Oldrati.

Soloenduro: I Piloti in che categorie correranno?

Simone Agazzi: Gerini nella E1 con la FE 250 4t, Monni nella E2 con la FE 450 e nella E3 Belotti con la TE 300 Oldrati correrà nella E1, anche lui con la FE 250 4t , insomma….la squadra c’è!

Soloenduro: Sbaglio o correrai anche tu?

Simone Agazzi: Mi piace correre, è la mia passione e finchè gli impegni me lo concederanno prenderò parte alla Coppa Italia nella categoria Major, anche perchè l’obbiettivo principale sarà quello di seguire e organizzare il Team.

Soloenduro: Oltre alle gare dei vari campionati, il Team ha altre competizioni in programma?

Simone Agazzi:  Certamente, il primo appuntamento che andremo ad affrontare sarà l’Hell's Gate. La gara del Ciocco sarà la base di partenza per Belotti e Gerini, verrà poi l’Indoor di Genova e di sicuro, se ci sarà qualcosa di interessante durante l’anno, si valuterà singolarmente.

Soloenduro: Parliamo del “mezzo”, della nuova Husqvarna.

Simone Agazzi: Partiamo dalle sigle, i nuovi modelli sono caratterizzati dalle sigle TE e FE.  I TE sono i 2t e FE i 4t, dove la E sta per enduro. I modelli TE sono di 125/250/300cc gli FE sono i 250/350/450/500. Poi ci sono i modelli TC e FC, dove la C sta per Cross. TC 80/125/250 cc e FC 250/450, tutti con il leveraggio fuorchè la TC 80 che manterrà il PDS.

Soloenduro: Ora la domanda difficile… Husqvarna e KTM. Dove sono le grandi e le piccole diversità?

Simone Agazzi: Le diversità essenziali sono due. Il telaietto posteriore che conferisce una diversa impostazione di guida ed il sistema a leveraggio del mono ammortizzatore, che rende Husqvarna diversa da KTM. Ci sono poi altri particolari più o meno evidenti che non sto ad elencare ma che rendono la moto più ricca già di serie, tra questi per citarne un paio, il paramotore in plastica e le piastre anodizzate nere ricavate dal pieno e le forcelle WP4CS.

Soloenduro: So che R.S.Moto ha anche altri progetti in servo, come l’assistenza a piloti privati che acquisteranno le moto da voi!

Simone Agazzi: Si, stiamo mettendo a punto un sistema si assistenza per i piloti che correranno nei campionati italiani Senior, Under23. Saranno seguiti da un coordinatore tecnico, in questo caso Maurizio Gerini, che metterà a disposizione la propria esperienza per dare consigli ed indicare le varie difficoltà nelle diverse gare del campionato, oltre che ad avere assistenza tecnica nei C.O. e meccanica sotto il tendone di RS Moto.

Soloenduro: Assistenza piloti sotto una struttura ufficiale per i vostri clienti si può dire...

Simone Agazzi: Si esatto. Altro progetto è il “R.S.Moto Ride”, un'idea nata un paio di anni fa e che prenderà sempre più corpo. L’Africa e in special modo la Tunisia saranno la meta di questi raid non competitivi, un modo diverso per conoscere il deserto e la specialità Rally Raid, ma di questo avrò modo di parlartene più avanti.

Soloenduro: Bene Simone, vedo che di entusiasmo ne hai, anzi ne ha tutto il Team e questo vuol dire essere già a metà dell’opera, come dice il proverbio. Vi auguro di conquistare tutti gli obbiettivi che vi siete prefissati anche se…

Simone Agazzi: ...anche se sarà dura, lo so, ma a noi piace vincere difficile.  Anche gli altri Team sono agguerriti e il rispetto è la prima cosa che bisogna avere verso gli avversari.  Quindi che vinca il migliore.

Soloenduro ringrazia Simone Agazzi per la cortesia concessa.

Enzo Danesi Soloenduro.it