Solo Enduro - la casa degli Enduristi italiani

sei in:  notizie  |  Hard Race Liguria

Hard Race Liguria

Presentazione Atto 2°

pubblicato


Recco 24/11/2013

Grandissima attesa per questa domenica in ambito motociclistico ligure e non solo: è in arrivo il secondo atto della Hard Race Liguria presso il lido di Recco: i piloti sono tanti e caldissimi, pronti a darsi battaglia anche approfittando della tregua dal maltempo proprio prevista per il fine settimana. Gli organizzatori preannunciano un poderoso spettacolo: manche serrate partendo dalle qualifiche del mattino (prima gara ore 11.30) fino ad arrivare alle finali previste per le ore 16 circa, con diverse novità per quanto riguarda il tracciato.

Rispetto alle passate edizioni svolte in questa splendida location, il percorso è stato completamente cambiato con l'apertura di un nuovo passaggio tecnico sulla scogliera lato fiume, con la ormai collaudatissima formula della alternativa più lenta al passaggio estremo: i piloti infatti potranno scegliere se effettuare il breve e difficile passaggio della scogliera oppure non rischiare ed effettuare la variante lenta. Quindi oltre alla perfetta tecnica di guida, i funambolici piloti della HARD RACE LIGURIA dovranno saper scegliere come amministrare al meglio le forze e gestire al meglio questa zona "hard", considerando anche il necessario coraggio per affrontare un simile ostacolo naturale.

Gli organizzatori strizzano l'occhio ancora una volta alla spettacolarità dell'evento e il caldo e numeroso pubblico di Recco non si farà pregare ad incitare ed entusiasmarsi, potendo come sempre seguire da vicinissimo la gara.

Sessanta piloti massimo, due grandi categorie: amatoriale e nazionale, alla Hard Race Liguria si corre fianco a fianco con partenza in linea tipo motocross: non bastavano le pietre, i sassi, la sabbia, gli ostacoli artificiali e naturali: i temerari piloti non lottano contro l'imparziale cronometro ma bensì uno contro l'altro in una bolgia di moto e uomini.

A Chiavari, due settimane fa, hanno vinto il marziano Cobuzzi Michele nella categoria nazionale e il preparatissimo Bisio Gabriele nella amatoriale, in una gara quasi compromessa dalla imponente mareggiata. Onore ai piloti vincenti ma anche a tutti quelli che hanno deciso comunque di schierarsi: il fatto di esserci e di mettersi in gioco è stata per loro una vittoria sia sportiva che morale.